Alosa a spinning.

Ogni anno le alose risalgono i fiumi ed è il momento giusto per pescare l’alosa a spinning. Le alose risalgono i fiumi per deporre le uova, ed è questo il momento migliore per insidiarle.  Bisogna

fare una premessa doverosa insidiando le alose in questo periodo così delicato ed essendo un pesce molto fragile è molto importante, al di là di regolamenti, pescarle con mono ami senza ardiglione ed effettuare una slamatura veloce, possibilmente in acqua.

Come pescare l’alosa a spinning.

L’attrezzatura per pescare le alose a spinning.

L’attrezzatura ideale per pescare le alose a spinning sono canne con azione da 20 gr lunghe 2,10 metri con azione fast. Il mulinello imbobinato con trecciato del 0,08-0,12 della misura 2500-3000 deve essere robusto e con un recupero veloce. Il finale prima dell’artificiale deve essere realizzato con un parastrappi del 0,25 in fluoro carbon.

 L’artificiale per pescare le alose a spinning.

L’ esca principe per l’alosa spinning è in cucchiaino sia ondulante che rotante. Le misure ideali sono quelle piccole leggeri da 5-8 gr. I colori ideali sono chiari arancio, bianco e giallo.

Come recuperare e azione di pesca per le alose a spinning.

Il recupero dell’artificiale va fatto principalmente con la punta della canna a pelo d’acqua o sotto la superficie. Bisogna far lavorare l’artificiale a diverse profondità fino a trovare l’altezza dal fondo dove stazionano il branco. Una volta trovata la profondità giusta dove far lavorare il nostro artificiale non è raro fare un pesce a lancio.

Brevemente periodo e mesi migliori per pescare l’alosa a spinning.

Ogni anno questo pesce risale dal mare per deporre le uova in acqua dolce, ed è questo il momento migliore per insidiarle. Sicuramente il periodo migliore va da aprile a fine giugno, ma molto dipende dalle precipitazioni e da i livelli dei fiumi.3

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.