Bombarda o striscio

Bombarda o striscio di balsa o di altri compositi plastici nasce fondamentalmente nella pesca in cava. Impiegata da qualche decennio anche in mare ha regalato molto soddisfazioni. Permette di pescare facilmente sia in superficie che sul fondo. Sulle bombarde sono serigrafati 2 numerazioni il primo indica il peso della stessa il secondo il peso in acqua. G0 (non affondandante), G1 ( significa che in acqua vince la spinta d’ Archimede di 1gr), G5 (5gr) e cosi via. Le bombarde, indipendentemente dalla marca, hanno diverse linee,diversa forma, misure, e idrodinamicità, tutte caratteristiche che contribuiscono a variare la loro linea di galleggiamento e modo di affondare in acqua che dipende soprattutto dal posizionamento delle zavorre poste all’ interno dell’involucro della bombarda.

Tipo di bombarda o striscio per la pesca.

  • Assetto lineare: la bombarda, se recuperata rimarrà perfettamente orizzontale, se rilasciata tende ad affondare lenta e parallela al fondo. Se richiamata con giri del mulinello o richiami della canna risale velocemente nella fascia iniziale.
  • Assetto di puntain fase di recupero tende a camminare diagonalmente e risalire in base ai richiami trasmesse dalla punta della canna lavorando più o meno a zig-zag. A seconda della velocità e della tecnica di recupero. la bombarda sarà più aggressiva e quindi adatta a pesce altrettanto aggressivo. Se rilasciata scende con la punta diagonalmente verso l’amo, se richiamata sale abbastanza velocemente mantenendo il suo assetto diagonale.
  • Assetto di coda: la bombarda, se recuperata navigherà sostanzialmente piatta. Puo essere fatta oscillare su e giu rispetto alla propria fascia di navigazione mediante pause o recuperi veloci di mulinello. Se rilasciata cala piuttosto lentamente trascinando l’esca con se verso la riva facendo comunque ruotare l’esca; se richiamata sale velocemente a galla.

Montature per la bombarda o lo striscio in mare

La montatura per pescare con la bombarda è piuttosto semplice. Si infila la lenza madre del mulinello al suo interno, si inserisce una pallina o tubicino salvanodo e si lega la girella.  Da preferire una girella tripla. Il finale o finali per la bombarda deve essere lungo anche oltre 1,5 metri. I diametri dei finali o terminale per la bombarda e del 0.12 fino 0.25. Gli ami da scegliere sono nichelati, a pancia larga e gambo lungo, preferibilmente storti per favorire la rotazione. Le esche da utilizzare per la pesca a striscio sono diverse, in primis il saltarello coreanobigattini .

Come recuperare la bombarda o striscio in mare

L’azione di pesca è relativamente semplice, si lancia,e si blocca la fuori uscita del filo dal mulinelloprima che la bombarda tocca l’acquain modo che si stende il terminale. Il recupero varia seconda dei casi, si può recupera in maniera lineare e lenta nei casi in cui i pesci sono in frenesia e non mancano gli attacchi alle nostre esche o intervallando leggeri colpetti che animano l’esca è invogliano i pesci svogliati.

Prede della bombarda o striscio in mare

I pesci insidiati sono davvero molti. In superficie dominano le aguglie,leccia stellasugarelli .

Su fondali sabbiosi è proficuo “strusciare” la bombarda sul fondo. Le bombarde affondanti con assetto di punta scendendo più rapidamente sul fondo e sono da preferire. Le prede più frequenti dei fondali renosi e con questa tecnica sono le tracinemormoreorate,pesci pettine, pesci lucertola, pesci balestra. 

cucchiai,raglou e piccoli artificiali con bombarda

Spesso le bombarde vengono utilizzate con cucchiai,raglou e piccoli artificiali in questi casi si utilizzano bombarde trasparenti.