carassi a fondo

carassi a fondo.


La pesca dei carassi a fondo è una tecnica di attesa non è un metodo molto utilizzato. Tecnica ideale per pescare i carassi quando sono svogliati durante i periodi meno redditizi.

Dove e hot spot per la pesca il carasso a fondo.

Divide il suo habitat con molti altri pesci ma lo si può trovare in zone dove nessun altro pesce riuscirebbe a vivere, essendo limitato il suo fabbisogno di ossigeno. Infine vive nei laghi con sponde paludose o nei bracci morti dei fiumi, nelle paludi e nei fossati.

Periodo migliore per pescare il carasso a fondo.

I carassi vive principalmente in branchi che durante il periodo invernale è quasi del tutto fermo sul fondo mentre in estate è più attivo e questo ne favorisce la cattura. La pesca a fondo ai carassi è praticata sopratutto il periodo invernale quando è fermo sul fondo.

Le esche e la pasturazione per pescare i carassi a fondo.

La carpa cruciana altro nome dei carassi è onnivoro si nutre principalmente di zooplancton, insetti e detriti vegetali. Sicuramente un’esca molto valida e anche economica è il bigattino , in alternativa per la pesca a fondo si possono utilizzare con  successo i lombrichi.

Finale terminale e piombi per pescare i carassi a fondo.

Per pescare il carasso bisogna tenere l esca appoggiata sul fondo. Quindi dobbiamo pescare con piombi scorrevoli sulla lenza madre e legare il terminale al di sotto. I piombi ideali sono da 5-30 gr in base alla corrente e alle condizioni si cerca di restare il più leggero possibile. La forgia dei piombi ideali sono la pera e la palla. La montatura è molto semplice basta utilizzare un piombo scorrevole sulla lenza madre alla quale si lega una girella utilizzando un gommino salvanodo.  Il terminale lungo da 50 a 100 cm deve essere del 0,14-0,16 è legato alla girella. La misura ideale dell’amo è dal 10-12.