Carpione del lago di Ocrida

Carpione del lago di Ocrida in sintesi descrizione, habitat, alimentazione, pesca ed esca.


Il carpione del lago di Ocrida è un pesce appartenente alla famiglia Salmonidae endemico dell’omonimo lago.

Descrizione in sintesi del carpione .

È molto simile alle altre trote lacustri del genere Salmo ma presenta occhi molto grandi per poter vedere nel suo habitat a grandi profondità, in oltre ha una bocca più piccola per via della sua dieta a base di plancton e pinna caudale profondamente forcuta. La colorazione è argentata, con piccole macchiette nere.


Brevemente l’habitat del carpione de lago.

La specie, come si può capire dal nome è endemica del Lago di Ocrida, posto al confine tra Albania e Macedonia. Staziona in acque profonde tra 40 e 60 m, lontano dalle coste, dove ha abitudini di tipo pelagico.

L’alimentazione in breve del carpione di Ocrida .

Si ciba soprattutto di plancton ma, soprattutto nel periodo della riproduzione, non disdegna piccoli invertebrati.

I metodi di pesca e come pescare il carpione del lago di Ocrida.

Viste la sua abitudine pelagica fino a grandi profondità e distanti dalla riva non è di interesse per la pesca sportiva.


Brevemente l’esca migliore per il carpione del lago di Ocrida.

Nonostante la sua abitudine pelagica fino a grandi profondità e distanti dalla riva non è di interesse per la pesca sportiva, ma può abboccare alle nostre esche come bigattini e lombrichi lanciate a fondo per altri pesci sopratutto durante il periodo di riproduzione.

Dove pescare in sintesi il carpione del lago di Ocrida.

Viste la sua abitudine pelagica fino a grandi profondità e distanti dalla riva è possibile che sia allamato nelle buche anche vicino le rive.

Brevemente periodo e mesi migliori per il carpione del lago.

Sicuramente il periodo della riproduzione tra dicembre e Febbraio quando abbandona le abitudini pelagiche per avvicinarsi al fondo e anche alle rive del lago.