I caster dal bigattino.

Il caster non è altro che un bigattino in avanzato stato di crescita. Come tutti noi sappiano il bigattino è lo stato larvale della mosca carnaria mentre il caster è lo stato intermedio. Il caster infatti non è altro che la crisalide del bigattino, larva che ormai è arrivata alla fine del ciclo prima di diventare mosca. Il bigattino tende ad indurirsi, ridurre la vitalità e cambiare colore mentre diventa crisalide. Il caster è poco utilizzato dalla maggioranza del pescatori ma molto apprezzato da agonisti e da qui pochi che lo conoscono e utilizzano. Infatti il caster è molto apprezzato per la pesca alla passata, all’inglese, a roubaisienne e ledgering.

Come ottenere i caster dal bigattino.

Ottenere i caster dal bigattino non è particolarmente difficile. Farsi i caster da sè può essere un’ottima e semplice soluzione per averli sempre a disposizione. Per iniziare si deve sapere che il freddo rallenta la metamorfosi mentre il caldo l’accelera. Conoscendo questo e con un pò di pratica possiamo ottenere i nostri caster per il giorno d’utilizzo. Per ottenere i caster si parte con l’acquisto dei bigattini. Come è facile intuibile la quantità di bigattino da acquistare è proporzionale alla quantità di caster che vogliamo ottenere.

Bisogna riporre i bigattini in una vaschetta con della segatura appena inumidita. Non bisogna esagerare nelle quantità per vaschetta. 300-400 gr per vaschetta è la quantità ideale. Le vaschetta devono essere ben chiuse e riposte in un luogo caldo tipo cantina o garage. Dopo circa 4-6 giorni buona parte dei bigattini saranno mutati in caster. I caster di colore bianchi o beige sono quelli appena formati quindi freschi mentre quelli di colore marrone scuro o neri sono maturi. A questo punto non bisogna fare altro che dividere i caster dal bigattino ancora vitale. Per far ciò si può utilizzare una pinzetta o un setaccio da bigattino. Se utilizziamo una pinzetta bisogna prendere uno ad uno i caster e metterli in un’altro contenitore. Utilizzando il setaccio le larve scenderanno oltre la rete e si depositeranno sul fondo, mentre i caster resteranno nel setaccio.

Come conservare i caster.

Una volta selezionati i nostri caster li possiamo conservare in frigo. Col freddo rallenteremo la metamorfosi e potremo utilizzarli all’occorrenza.