cavedano a fondo.

La pesca dei cavedano a fondo è una tecnica di attesa non è un metodo molto utilizzato. Tecnica ideale per pescare i cavedani quando sono svogliati durante i periodi meno redditizi.

Dove e hot spot per la pesca del cavedano a fondo.

È diffuso in tutta l’Europa centrale ad eccezione della Spagna Portogallo e Italia, ma in Italia è presente il quello italico. Inoltre è un pesce molto resistente agli inquinamenti, quindi può risultare presente anche in acque con scarichi industriali o poco ossigenate. Prevalentemente preferisce acque correnti limpide anche a velocità discreta ma si può pescare anche nelle zone litorali dei laghi di grandi e medie dimensioni. Sicuramente gli esemplari più grossi hanno abitudini più solitarie e si trovano spesso all incontro tra grosso fiumi con i  loro affluenti.

Periodo migliore per pescare il cavedano a fondo.

Il periodo e i mesi migliori per pescare il cavedano va da maggio a dicembre.

Le esche e la pasturazione per pescare il cavedano.

Tra le esche naturali preferisce il bigattino e lombrico. Bisogna innescare le larve o i lombrichi a ciuffo per essere redditizia.

Finale terminale e piombi per pescare il cavedano a fondo.

Per pescare il cavedano bisogna tenere l esca appoggiata sul fondo. Quindi dobbiamo pescare con piombi scorrevoli sulla lenza madre e legare il terminale al di sotto. I piombi ideali sono da 5-30 gr in base alla corrente e alle condizioni si cerca di restare il più leggero possibile. La forgia dei piombi ideali sono la pera e la palla. La montatura è molto semplice basta utilizzare un piombo scorrevole sulla lenza madre alla quale si lega una girella utilizzando un gommino salvanodo.  Il terminale lungo da 50 a 100 cm deve essere del 0,14-0,16 è legato alla girella. La misura ideale dell’amo è dal 10-12.