Come innescare correttamente le principali 5 esche

Come innescare correttamente coreano o koreano amaricano arenicola muriddu e bibi.


Sapere come innescare correttamente le diverse esche nelle diverse situazioni di pesca è molto importante tanto quanto tutto il resto. Infatti presentare le nostre esche il modo che sembrano più naturali possibili fa modo che i pesci siano meno sospettosi dell’inganno. Altrettanto importante che siano anche il più possibile attrattive per questo devono essere meno manipolate possibili e bisogna evitare che perdano sangue o fluidi che possono attirare i pesci.

Come innescare correttamente il coreano o koreano.

Come innescare correttamente il coreano o koreano spesso lo si fa in modo errato con l’utilizzo dell’ago, l’uso dell’ago uccide il verme limitando il potere attrattivo dello stesso.  Il potere attrattivo delle esche si divide per i diversi sensi, principalmente odore e vista. Il coreano e il  basano il loro potere attrattivo sulla vista, innescandoli in modo che rimangano vitali il più possibile rendiamo l’esca molto più redditizia.

Innesco del coreano o koreano sbagliato.

Spesso per innescare il coreano e il si fa passare l’ago lungo tutto il verme

per poi riversarlo sull’amo. Quest’innesco anche se resistente ai lanci forzarti e permette

all’esca di raggiungere notevoli distanze perde molto potere attrattivo uccidendo il verme,

cosi una volta che il verme raggiunge il fondo non si muove.

Innesco del coreano o koreano coretto per sopportare i lanci.

Per innescare il coreano  in modo coretto che il verme rimane vivo per

più tempo possibile e resiste bene a lanci non troppo forzati, per realizzare l’innesco

del coreano si cuce il verme trapassando perpendicolarmente

il verme  con l’amo con dei punti a circa 1-1.5 cm uno dall’altro. Si sia se si innesca intero o a più pezzi

partendo dalla parte della coda verso la testa, per due motivi il primo e che i pesci attaccano l’esca dalla parte più grossa il secondo

perchè cosi la parte più pesante del verme è bloccata dall’amo e difficilmente la coda  scivola lungo il filo.

Come innescare correttamente il coreano o koreano per la pesca a galla.

Come innescare correttamente il coreano o koreano con e senza ago

Per innescare il coreano   alla ricerca di spigole, leccie stelle, aguglie, occhiate, boghe

e sugarelli e per tutti gli altri pesci che mangiano a galla o mezz’acqua, si usa innescare il coreano

appuntandolo sull’amo dalla testa. Innescato dalla testa il verme è completamente libero

di muoversi distaccato dal fondo, in modo da assomigliare una piccola anguilla che nuota.


Come innescare correttamente il coreano o koreano per la pesca a fondo.

Per innescare il coreano  alla ricerca di mormore, tracine, pagelli, triglie, cefali, orate e saraghi 

e per tutti gli altri grufolatori, si innesca il coreano dal centro. Innescato il verme appuntandolo sull’amo dal

centro è completamente libero di muoversi sul fondo senza rischiare che si spezza.

Come innescare correttamente il bibi e non farlo scoppiare.

Nei negozi di pesca o sulle spiagge spesso si sente  la domanda come innescare correttamente il bibi per non farlo scoppiare? Far perdere meno liquido possibile significa presentare la nostra esca con un maggior potere attrattivo.

 Per maneggiare il bibi si deve avere sempre le mani bagnate (per non rischiare di bruciare il bibi). Immergere il bibi nell’acqua di mare prima di essere innescato lo rende meno turgido. Il liquido al’ interno altre a svolgere le funzioni vitali del Bibi è il principale  potere attrattivo dello stesso.

Si può innescare il bibi col classico ago da bibi che presenta un’asola all’estremità in modo da inserire all’interno il filo e far scorrere il bibi d’ago sul filo del terminale e in fine sull’amo. (Ottimo sistema e molto facile, ma ogni volta bisogna staccare il finale dalla trave).

Per innescare il bibi col classico ago per anellidi si devono usando ami con una curva larga. Questo innesco risulta non facile ai neofita, arrivati nella curva dell’amo la pressioni  all’interno del bibi aumenta.

Smaltare il nodo dell’amo a paletta con dello smalto per unghie facilita il passaggio del bibi sul nodo. Sia se si usa l’ago da bibi che l’ago classico da innesco.

 Come innescare correttamente il bibi congelato.

Il bibi è una delle poco esche che può essere congelata per conservarla a lungo. Per conservare ottimamente il bibi congelandolo bisogna svuotarlo e poi per innescarlo lo si innesca alla rovescia. Con l’utilizzo di un ago da innesco per i comuni anellidi si prepara un salsicciotto. Bisogna tagliare il bibi alla due estremità per ottenere un tubo vuoto e poi bisogna tagliare longitudinalmente lungo il bibi per aprirlo. Una volta tagliato il bibi si arrotola intorno all’ago da innesco e si irrobustisce il tutto con dei giri di filo elastico.

Una volta fatto ciò si ottiene una robusta esca resistente agli attacchi della minutaglia molto valida per le grosse orate e mormore, non resta che farla scivolare dall’ago sull’amo.

Come innescare correttamente l arenicola con e senza ago.

Come innescare correttamente l arenicola con e senza ago? L’arenicola può essere innescata in due modi con l’utilizzo dell’ago da pesca o senza, nel primo caso si ha un innesco a calza nel  secondo innesco a ciliegia, ma viene considerato un vermeostico” da innescare per via della sua delicatezza. Molto spesso il pescatore neofita rinuncia a comprarlo per via di questa difficoltà nell’innesco. 


Come innescare l arenicola.

Bisogna per prima cosa, versare dell’acqua rigorosamente di mare nella scatola, e poi si comincia ad agitarla. Con movimenti brevi ma rapidi, in modo che i vermi vengono a galla. A questo punto va individuata la parte più spessa che è la testa del verme che si vuole innescare. Si prende il verme dalla testa, ma solo dalla testa, altrimenti il verme si spezza. Lo si estrae dalla scatola e sollevandolo notiamo che e’ perfettamente disteso.

Innescare l arenicola correttamente a calza con utilizzo dell’ago da innesco.

innesco a calza

Per  innescare l arenicola a calza una volta estratto dalla scatola il verme che si vuole innescare si

infila l’ago da innesco sempre a partire dalla testa avendo cura di arrivare fino alla coda (si consigliano aghi senza punta o con punta arrotondata che devono essere puliti per scorrere meglio). Si riversa poi il verme sull’ amo coprendo tutto l’amo e 3 4 cm del finale lasciando sull’ ago la parte in eccesso. Che sarà pronta per un nuovo innesco. Questo innesco si utilizza quando non si vuole creare un boccone troppo voluminoso e che resiste bene ai lanci. Ideale per la ricerca di piccoli grufolatori come mormore, pagelli, pesci pettine e traciene utilizzando ami con filo sottile.

Come innescare correttamente l arenicola a calza su ami ad occhiello.

Innescare l arenicola a calza su ami ad occhiello, si può lasciare un baffetto di pochi mm che ha la funzione di ferma esca,molto utile se si vuole fare un lancio forzato.

Come Innescare correttamente l arenicola senza l’utilizzo dell’ago da innesco.

innesco a ciliegia

 Innescare l arenicola a ciliegia  in teoria è molto semplice si prende il verme da innescare e sempre iniziando dal lato più vicino alla testa  si inizia a cucire con l’amo attorcigliandolo attorno fino alla punta dell ago, il verme in eccesso può essere conservato per un secondo innesco. Nell’atto pratico le prime volte che si prova non è cosi semplice per la delicatezza del verme. Spesso si spezza ma non bisogna demordere. Con la pratica alla lunga risulta un innesco molto veloce da praticare e che a volte fa la differenza.

L’innesco a ciliegia si utilizza quando si vuole realizzare un innesco voluminoso che risulta piùappetitoso e abbondante. Rispetto al classico innesco a calza usato spesso per le orate e non solo.


Come innescare correttamente il muriddu con e senza ago.

Come innescare correttamente il muriddu esca ideale per fondali misti. Si innesca con l’ago resistente bene ai lanci alla ricerca di oratemormore e altri pesci grufolatori e non  come tracinepagellispigole e saraghi.

Il muriddu è un  verme di colore marrone rossiccio, lungo dai 6-10 cm. Ha una carne molto dura ideale per i lanci lunghi se innescato a calza con l’utilizzo dell’ago.

Per innescare il muriddu bisogna avere un ago ben appuntito che riesce a bucare le carni sode e dure del verme, bisogna come per altri anellidi partire dalla testa del verme per evitare che il muriddu si spezzi.

Come innescare correttamente il muriddu

Come innescare correttamente a calza del muriddu.

 l’innesco a calza è il migliore se non l’unico migliore sistema di innesco del muriddu, con le mani bagnate(in modo da non rovinare il verme) si estrae il verme dalla scatola che si vuole  innescare si infilza con l’ago da innesco sempre a partire dalla testa avendo cura di arrivare fino alla coda (si consigliano aghi ben appuntiti o con punta arrotondata che devono essere ben puliti e bagnati in modo che il verme scorre meglio).

Si riversa poi tutto il verme o un pezzo sull’ amo in modo da coprire tutto l’amo e almeno 3-4 cm del finale. Lasciando eventualmente sull’ago la parte in eccesso (che sarà pronta per un nuovo innesco). Si innesca intero anche se il verme è di grosse dimensioni per creare grossi bocconi e voluminosi. Intero resiste bene ai lanci alla ricerca delle orate e grosse mormore utilizzando ami robusti. Per i piccoli grufolatori come mormore, pagelli, pesci pettine e traciene si innesca il muriddu a pezzi su ami a filo sottile.

Come innescare correttamente il muriddu a calza su ami ad occhiello.

Innescare del muriddu a calza si possono usare ami ad occhiello, in modo da lasciare un baffetto di pochi mm che ha la funzione di ferma esca,molto utile se si vuole fare un lancio forzato.

Come innescare correttamente l americano usando l’ago da innesco.

Come innescare correttamente l americano esca ideale per i grossi grufolatori e sparidi. Innescato con l’ago resistente bene ai lanci alla ricerca delle grosse orategrosse mormore e altri  pesci come spigole.

l’america è un verme proveniente dagli USA, resistente ed elastico,lungo dai 10-20 cm e ricco di sangue che rilascia una volta innescato,proprio questo sangue che rilascia lentamente determina il forte potere attrattivo e per questo bisogna fare attenzione a perderne il meno possibile.

Per innescare l americano bisogna avere un ago ben appuntito che riesce a bucare la dura testa del verme. Bisogna come per altri anellidi partire dalla testa evitando con attenzione i dolorosi morsi che l’america infligge.

Come innescare correttamente americano

Come innescare correttamente l americano a calza per lunga distanza.

 l’innesco a calza è il migliore se non l’unico sistema di innesco l americano. Con le mani bagnate (In modo da non rovinare il verme). Si estrae il verme dalla scatola che si vuole innescare. Nel

caso in cui l’americano è troppo lungo si può dividere in diversi pezzi in due modi.

  • Il primo stringendo forte con le dita il verme fino a che si spezzi. Da dove si vuole dividere in modo che si perde meno sangue.
  • Il secondo modo e legare stretto con del filo elastico alle due estremità da dove si vuole dividere.

una volta deciso se innescarlo intero o a pezzi più piccoli si infilza con l’ago da innesco sempre dalla partire dalla testa verso la coda (si consigliano aghi ben appuntiti o con punta arrotondata che devono essere ben puliti e bagnati in modo che il verme scorre con facilità). Si riversa poi tutto il verme o il pezzo

diviso sull’amo in modo da coprire tutto l’amo e parte del finale. Si innesca intero anche se il verme è di grosse dimensioni per creare grossi bocconi e voluminosi. Cosi da resiste bene ai lanci alla ricerca delle grosse orate o grosse spigole utilizzando ami robusti. Per le orate si possono usare ami tipo aberdeen e Beck di misura dal 8 al 4.

Per innescare l americano a calza si consiglia di utilizzare ami ad occhiello, in modo da lasciare un baffetto di pochi mm che ha la funzione di ferma esca,molto utile se si vuole fare un lancio forzato.