Come riutilizzare le Luce chimica starlight

Come riutilizzare le Luce chimica o starlight trucco per “ricaricarle”.

Ogni amante della pesca sicuramente ha fissato una luce chimica o starlight, alcuni di questi si sono chiesti se è possibile e come si possono riutilizzare. Sicuramente ogni pescatore notturno utilizza questo accessorio usa e getta indifferentemente dalla tecnica che adotta dall’inglese bolognese al surf casting. Nella vita di ogni pescatore la starlight è divenuta un indispensabile avvisatore di abboccata. Sicuramente regala grosse gioie vederla affondare o muoversi e spesso è l’inizio di una grande emozione.  Le starlight sono disponibili in diversi colori giallo fluo, rosso fluo, verde fluo e blu fluo. Queste luci chimiche o starlight hanno una durata di circa 12-24 ore.

Come funzionano le luci chimiche o starlight.

La luce chimica o starlight sfrutta una reazione chimica chiamata chemiluminescenza che è in grado di generare luce. Nelle starlight o luci chimiche i componenti chimici principali sono acqua ossigenata, difenil ossalato e un pigmento fluorescente da cui dipende il colore. Nelle luci chimiche o starlight le sostanze sono tenute separate fino al momento dell’utilizzo. Per far avvenire la reazione chimica al momento voluto le sostanze reagenti sono tenute separate. Infatti per accendere una starlight basta piegare la stessa rompendo la fiala contenuta al suo interno. Ciò fa entrare in contatto i composti chimici e dà via alla reazione chimica luminescente. Il meccanismo consiste nella reazione tra l’acqua ossigenata e l’estere che forniscono l’energia necessaria per eccitare gli elettroni del colorante fluorescente. Gli elettroni passano dal livello energetico fondamentale a quello eccitato e tornando al livello fondamentale emettono luce per la durata della reazione chimica.

Trucco per “ricaricarle” e come riutilizzare le Luce chimiche o starlight.

Come accennato in precedenza le starlight o luci chimiche emettono luce per circa 12-24 ore, ora sappiamo che durante questo tempo avviene una reazione chimica che tende ad esaurirsi. Chiunque possiede nozioni di chimica sa che molte reazioni chimiche rallentano con l’abbassarsi della temperatura e accelerano con l’innalzamento, cosa che avviene anche nelle starlight. La temperatura bassa, in breve, può rallentare questa reazione fino a fermarla a temperature estremamente basse, per poi farla ripartire innalzando di nuovo la temperatura. Si possono conservando in Freezer le starlight utilizzate per  4-5 ore rallentando di molto la reazione chimica per poi riutilizzarle per un’altra pescata. Inutile dire che starlight completamente esaurite non si ricarica in freezer.