Consigli per la pesca al sarago dalla barca bolognese surf casting palamito.

Sicuramente a molti capita di imbattersi in qualche sarago ma in numero spesso irrisorio per questo con alcuni consigli si può mirare la pesca a questo pesce. Il sarago oltre ad essere apprezzato in cucina lo si può pescare lungo tutta la costa italiana. Il sarago maggiore, il sarago fasciato, il sarago puntazzo o  pizzuto, il sarago faraone e il sarago sparaglione sono le 5 specie presenti lungo le nostre coste. Anche se il sarago solitamente non raggiunge grandi dimensioni tranne il sarago maggiore che può superare il kg e il sarago faraone che può raggiungere i 4 Kg sono pesci che regalano recuperi emozionanti per la loro forza.

La pesca al sarago viene praticata con diverse tecniche sopratutto da riva inglese, bolognese, canna fissa e surfcasting. Per la bontà delle carni anche i pescatori dalla marca si accostano per dedicarsi alla pesca del sarago a bolentino o col palamito.

Consigli pratici per la pesca del sarago a bolognese inglese e canna fissa. 

La pesca al sarago col galleggiante che sia a bolognese inglese o canna fissa gli hot spot migliori sono moli, scogliere naturali e artificiali. La montatura che si utilizza deve scendere sul fondo con l’ultimo pallino di zavorra a 50-60 cm dall’amo. Il Finale ideale per la pesca del sarago deve essere costruito in fluorocarbon del 0,10-0,14 con amo del 14-18. L’esca ideale per pescare il sarago a bolognese canna fissa o inglese è il bigattino che può essere anche utilizzato per pasturare insieme a pasture. Sicuramente il periodo migliore è quello del mese di maggio nelle ore serali e notturne.

Consigli per la pesca a surfcasting del sarago.

Sicuramente un consiglio che può fare la differenza nella pesca del sarago a surfcasting è di munire i finali con un pop-up di colore chiaro. Pop-up di colore bianco verde o rosa sono ideali per il sarago scegliendo il colore che più contrasta con l’esca. Le migliori esche da utilizzare a surfcasting per pescare i saraghi devono essere resistenti e adatte a creare bocconi sostanziosi come il bibi, americano e strisce di calamari e seppie. Inutile dire che la trave montatura migliore da scegliere per la pesca del sarago e il paternoster a 3 ami.

Consigli per la pesca dalla barca del sarago.

Pesca a bolentino dei saraghi.

Pescando a bolentino è facile imbattersi nei saraghi che condividono lo stesso fondale con i pagelli. Gli hot spot migliori per pescare i saraghi a bolentino sono fondali rocciosi o ricchi di posidonia, che crea l’ambiente ideale. Spesso capita di imbattersi nel sarago sparaglione che non raggiunge dimensioni importanti per questo bisogna utilizzare ami di piccole dimensioni. Anche per i saraghi di dimensione maggiore come il maggiore e pizzuto bisogna utilizzare ami relativamente piccoli del 8-10 viste le dimensioni della bocca di questi pesci.
I saraghi vivono in branchi, per questo una volta che ne abbiamo allamato uno bisogna insistere nello stesso punto. Per pescare i saraghi a bolentino è consigliato utilizzare canne corte con mulinelli robusti 4000-6000 imbobinati con del nylon del 0.30. Sicuramente le montature migliori per pescare il sarago sono a tre ami con finali del 0,25 con esce come gamberi strisce di calamari, seppie e coreano.

Pesca col palamito ai saraghi.

I palamiti utilizzati per la pesca al sarago devono essere calati su fondali rocciosi o nelle vicinanze per questo bisogna avere degli accorgimenti per evitare di restare impigliato. Uno degli accorgimenti d’adorare è di utilizzare delle zavorre ogni 5-6 ami in modo che il palamito si muove poco dalla posizione che è stato calato. Il secondo accorgimento d’adottare è avere più boe per recuperarlo da diversi punti nel caso si impigli. Sicuramente esche come strisce di calamaro o seppie insieme con i gamberi sono le esche da preferire per pescare i saraghi con palamito. Gli ami ideali per il palamito ai saraghi devono essere a gambo lungo e della misura 8-10.