Cosa si pesca a maggio dalla barca con le diverse tecniche.

Anche se le condizioni meteo e le variazioni climatiche possono causare alcune variazioni sopratutto su alcune specie possiamo riassumere cosa si pesca a maggio dalla barca in:

Cosa si pesca brevemente a maggio con la traina col vivo.

Il mese di maggio come detto in precedenza è ottimo per i dentici visto che questo è il loro periodo di riproduzione. Anche i pesci serra sono arrivati in buon numero regalando diverse catture. Quindi è possibile pescare con successo sia i pesci serra nel sotto costa e dentici sulle secche e sui bordi. Trainando a fondo con le seppie e sugarelli è possibile prendere qualche bel dentice e anche qualche bella ricciola con possibili abboccate anche di cernie. A mare aperto sono presenti branchi di alici e sardine che possono attirare predatori come palamite e sporadiche lecce amia. Bisogna trinare in superficie o a mezz’acqua sgombri e sugarelli.

Brevemente cosa si pesca a maggio a vertical jigging.

Come per il mese precedente i dentici in questo mese sono in frega cioè la fase di riproduzione e attaccano facilmente le nostre esche non solo per fame ma anche per difendere il proprio territorio. Le palamite hanno aumentato l’attività durante questo mese e le troviamo facilmente seguendo le mangianze, non è improbabile imbattersi anche in ricciole e cernie.

Brevemente cosa si pesca a maggio a traina con gli artificiali.

Sicuramente il mese di maggio insieme insieme e come quello precedente sono i mesi migliori per insidiare i dentici con gli artificiali. Sfruttando l’aggressività dei dentici per difendere il territorio in questo periodo di riproduzione li possiamo insidiare anche con gli artificiali non solo con i vivi.

Nel sotto costo e in foce i serra iniziano a prendere sempre più il posto delle spigole che possono essere catturati con gli artificiali trainati sia in superficie che leggermente affondati.

A mare aperto su fondali importanti c’è molta mangianza di alici e sarde ed è possibile pescare sgombri, sugarelli e grosse lecce stella. Ogni tanto è possibile anche la cattura di qualche rara  palamita.

Brevemente cosa si pesca a maggio a light drifting.

Nel mese di maggio sgombri, sugarelli e occasionalmente lecce stella sono facilmente vittime del light drifting. Bisogna fare attenzione a non scendere troppo con l’attrezzatura nelle stesse zone ci sono anche le palamite e con attrezzature troppo leggere si rischia di rompere.

Per capire dove bisogna fermarsi per pescare è facile capirlo con l’ecoscandaglio in assenza basta l’osservazione dei gabbiani.

Brevemente cosa si pesca a maggio a drifting.

Anche questo mese è vietata la pesca del tonno rosso, bisogna aspettare che riapra. Anche gli altri tonni sono molto rari e per questo non è uno dei periodo migliori per il drifting.

Brevemente cosa si pesca a maggio a spinning costiero dalla barca .

Di notte si ha la possibilità di insidiare qualche spigole sopratutto durante le mareggiate. Inizia ad essere più presenti i pesci serra sopratutto vicino le foci. Con lo spinning dalla barca all’alba e tramonto è possibile catturare bei serra.

pesca dalla barca a maggioBrevemente cosa si pesca a maggio a spinning in mare aperto .

in questo mese durante le giornate più calde è possibile imbattersi in palamite in alternativa è facile imbattersi in branchi di sgombri.

Brevemente cosa si pesca a maggio a bolentino.

In questo periodo spesso la pesca dalla barca si sposta verso altre tecniche nonostante si possono fare belle e numerose catture di pesci balestra, pesci pettini, tracine ed orate. di notte si possono pescare anche con successo le mormore.

Pescando a bolentino cosi si può pescare durante tutto l’anno.

Durante tutto l’anno pescando a bolentino può capitare sempre qualche bella sorpresa, gallinella, scorfani e con pò di fortuna anche qualche dentice e cernia.