Drifting e light drifting come si pesca e cosa si pesca in base al periodo.

Drifting e light drifting come si pesca e cosa si pesca in base al periodo.


La pesca a drifting si tratta di una tecniche di pesca svolta dalla barca non è ancorata quindi libera di muoversi seguendo il vento e la corrente. Il drifting è rivolto principalmente alla pesca del tonno ma anche del pesce spada mentre il light drifting con attrezzature più leggere a pesci dalle aguglie alla lampuga. Molto importante è la pasturazione continua chiamata anche brumeggio. In questo modo si forma una scia di pastura detta “strisciata” fatta principalmente con sarde per il drifting o altre pasture per il light drifting in modo costante e omogeneo cercando di non farla allargare troppo.

Cosa si pesca di questo periodo a drifting.

Come per altre tecniche di pesca anche il drifting ha le sue stagioni e vediamo in sintesi cosa si pesca di questo periodo a drifting. Anche se le condizioni meteo e le variazioni climatiche possono  causare alcune variazioni sopratutto su alcune specie possiamo riassumere il tutto in:

Brevemente cosa si pesca a gennaio a drifting .

Il tonno rosso in questo periodo non può essere trattenuto e bisogna rilasciarlo anche se ormai e quasi conclusa la stagione qualche bel tonno rosso è possibile che abbocchi alle lenze. I tonni in genere in questo periodo stazionano un po’ più al largo su fondali importanti di almeno 100-150 metri.

Cosa si pesca di questo periodo drifting in sintesi il mese di febbraio.

Qualche bel tonno rosso è probabile che abbocca alle nostre esche ma è molto raro di questo periodo e deve essere rilasciato per la normativa in vigore dal 2009 ne vieta la pesca ai dilettanti. Anche gli altri tonni sono rari di questo periodo e in zone molto profonde.

Brevemente cosa si pesca a marzo a drifting .

Anche questo mese è vietata la pesca del tonno rosso, bisogna aspettare che riapra. Anche gli altri tonni sono molto rari e per questo non è uno dei periodo migliori per il drifting.


In sintesi cosa si pesca ad aprile a drifting .

Anche questo mese è vietata la pesca del tonno rosso, bisogna aspettare che riapra. Anche gli altri tonni sono molto rari e per questo non è uno dei periodo migliori per il drifting.

Brevemente cosa si pesca a maggio a drifting.

Anche questo mese è vietata la pesca del tonno rosso, bisogna aspettare che riapra. Anche gli altri tonni sono molto rari e per questo non è uno dei periodo migliori per il drifting.

In sintesi cosa si pesca a giugno a drifting.

Rispettando scrupolosamente la normativa e le direttive della capitaneria di porto è finalmente possibile la pesca al tonno rosso.

Brevemente cosa si pesca a luglio a drifting.

In questo periodo armati di attrezzatura pesante è possibile la cattura di qualche bel tonno rosso una volta finito il periodo di riproduzione il tonno inizia ad andare di nuovo a caccia.

In sintesi cosa si pesca a agosto a drifting .

Per il tonno agosto è questo il mese della verità se non arrivano adesso difficilmente ci saranno nei prossimi mesi. Possiamo andare a cercare i grossi rossi su batimetriche che oscillano tra 80 e 120 mt. Sicuramente per i tonni le sarde, tagliate a pezzi, tritate e intere saranno la base della pastura necessaria per attirare i pesci. Sarde, alici, alacce e sgombri sono le esche possibili da innescare. Nel mese di Agosto i tonni possono essere di notevole dimensione, quindi conviene usare un’attrezzatura adeguata utile per contrastare il potente pesce. La chiusura della pesca al tonno rosso dipende dall’andamento della pesca stessa e spesso in questo periodo è vicina alla chiusura.

Brevemente cosa si pesca a settembre a drifting.

Talvolta a settembre la pastura portano sulle nostre esche pesci spada e le lampughe. In genere, in questo periodo ci sono anche i tonni.

Non tutti gli anni sono uguali, la presenza di questi pesci come detto in precedenza la loro presenza dipende: Dalla temperatura dell’acqua, dalle correnti e soprattutto dalla presenza di pesce foraggio.

In sintesi cosa si pesca a ottobre a drifting.

In questo periodo è frequente l’arrivo di pesci diversi al tonno sotto le nostre esche, anche se più piccoli ma pur sempre interessanti come le lampughe, gli alletterati e il pesce spada.

Brevemente cosa si pesca a novembre a drifting.

Il mese di novembre sulla pastura potrebbero arrivare gli alletterati o le lampughe, con canne un po’ più leggere da calare.

Cosa si pesca di questo periodo a drifting in sintesi il mese di dicembre.

Non è un gran periodo per questa tecnica di pesca, una delle poche cose se si può fare con successo è il catch e release al tonno rosso.

Cosa si pesca di questo periodo a light drifting.

Come per altre tecniche di pesca anche il drifting  leggero ha le sue stagioni e vediamo in sintesi cosa si pesca di questo periodo a light drifting. Anche se le condizioni meteo e le variazioni  climatiche possono causare alcune variazioni sopratutto su alcune specie possiamo riassumere il tutto in:

Brevemente cosa si pesca a gennaio a light drifting .

Il mese di gennaio non è il massimo per il light drifting anche se non mancano i sugarelli, difficilmente altre prede importanti risaliranno la nostra scia di pastura. Occasionalmente si catturano lampughe e palamita se non sono in agguato i tonnetti che in questo periodo sono numerosi ma sotto misura.

Cosa si pesca di questo periodo light drifting in sintesi il mese di febbraio.

Anche questo non è uno dei mesi migliori per dedicarsi a questa tecnica con le solo possibili palamite come prede.


Brevemente cosa si pesca a marzo a light drifting .

In questo mese come per quello precedente e difficile far risalire le palamite a portata delle nostre lenze e sono le sole prede possibili. Molto importante come sempre e da evitate le giornate con tanta corrente che può trascinare via velocemente la pastura.

In sintesi cosa si pesca ad aprile a light drifting .

 Soprattutto durante le giornate più calde e lungo le costa del sud Italia i pesci iniziano ad accostare. Anche se stazionano ancora vicino al fondo ed è difficile far risalire sono presenti le palamite e gli sgombri, per catturarli dovremo pescare un pò più affondati.

Brevemente cosa si pesca a maggio a light drifting.

innesco per light drifting
innesco per light drifting

Nel mese di maggio sgombri, sugarelli e occasionalmente lecce stella sono facilmente vittime del light drifting. Bisogna fare attenzione a non scendere troppo con l’attrezzatura nelle stesse zone ci sono anche le palamite e con attrezzature troppo leggere si rischia di rompere.

Per capire dove bisogna fermarsi per pescare è facile capirlo con l’ecoscandaglio in assenza basta l’osservazione dei gabbiani.

In sintesi cosa si pesca a giugno a light drifting.

Questo sicuramente è uno dei mesi migliori per il light drifting, sgombri e sugarelli sono numerosi e non lasciano il tempo per far abboccare le palamite. Innescando le sarde intere si riesce a fare un pò di selezione almeno sulla taglia.

Brevemente cosa si pesca a luglio a light drifting.

Questo sicuramente è uno dei mesi migliori come il precedente per il light drifting, sgombri e sugarelli sono numerosi e non lasciano il tempo per far abboccare le palamite. Innescando le sarde intere si riesce a fare un pò di selezione almeno sulla taglia, spostandosi un pò più a largo e possibile catturare qualche alletterato.

In sintesi cosa si pesca a agosto a light drifting .

A light drifting di questo periodo ad agosto si possono catturare le prime lampughe. Insieme alle prime lampughe si pescano anche sgombri, sugarelli e tombarelli, spesso le lampughe si fermano proprio sotto la nostra barca.

Brevemente cosa si pesca a settembre a light drifting.

Le prede del light drifting  settembre sono simili a quelle del mese precedente. Con qualche presenza maggiore di lampughe insieme ai sgombri, sugarelli e tombarelli, spesso le lampughe si fermano proprio sotto la nostra barca.

In sintesi cosa si pesca a ottobre a light drifting.

 Durante il periodo di ottobre è il periodo in cui è possibile dedicarsi al light drifting insidiando con successo pesci diversi dai soliti sgombri e sugarelli.

  In questo periodo oltre ai vari tombarelli e alletterati  le lampughe sono presenti in buon numero insieme ai palamite che troviamo pero a maggior distanza.


Brevemente cosa si pesca a novembre a light drifting.

Il light drifting di questo periodo a novembre può essere molto divertente con diverse prede utilizzando attrezzatura dalle più leggere a quelle un pò più pesanti. Le nostre prede in questo periodo sono le palamite, le lampughe, gli alletterati e poi i tombarelli, sgombri, i sugarelli, lecce stelle, le occhiate e le aguglie.

Cosa si pesca di questo periodo a light drifting in sintesi il mese di dicembre.

Col light drifting  a dicembre è possibile la effettuare catture di palamite, lampughe, tombarelli, sugarelli e sgombri. Bisogna fare molta attenzione però che a volte la scia di pastura può far risalire  anche grossi tonni. Spesso questa tecnica viene praticata in contemporanea al drifting pesante, rivolto appunto ai tonni.

 Come pescare la lampuga a light drifting.

La lampuga può essere pescata a light drifting regalando molto divertimento vita la sportività di questa tecnica. Il light drifting e praticata da molti pescatori proprio per il divertimento che  regala  con l’utilizzo di attrezzature leggere. Il light drifting è impiegato per catturare pesci pelagici proprio come la lampuga.

Dove pescare le lampughe a light drifting.

 Il light drifting alla lampuga può essere praticata con successo lungo tutte le coste Italiane. Il drifting alle lampughe si può svolgere con barca ancorata o a scarroccio, con batimetriche più interessanti dai 50 ai 120 metri per le lampughe. Sicuramente la presenza di gabbiani indica la presenza e l’attività di pesci predatori tra cui anche le lampughe. Capita a volte di non vedere gabbiani ed in questo caso ci dobbiamo affidare all’ecoscandaglio.

Periodo migliore per pescare la lampuga a light drifting.

Per le lampughe il periodo migliore e dagli inizi dell’Estate alla fine dell’Autunno. Anche se i mesi migliori per pescare le lampughe a drifting sono settembre ottobre e novembre.

Le migliori esche per pescare le lampughe a light drifting.

Le esche da utilizzare per pescare le lampughe a light drifting sono quelle solite di questa tecnica con particolar riguardo per le sarde e le alici.

Attrezzatura per pescare le lampughe a drifting.

  Sicuramente l’attrezzatura per il light drifting è più leggera del drifting traducendo proprio  light.

  • Le canne da adoperare per pescare le lampughe a light drifting possono essere quelle specificatamente realizzate per questa tecnica o in alternativa canne da bolentino o da spinning.
  • A queste canne bisogna abbinare per il light drifting alle lampughe dei mulinelli a bobina fissa, robusti e affidabili. La misura variabile tra i 6000 e gli 8000 con buona potenza di recupero.
  • Il filo da adoperare in bobina dei mulinelli deve essere dell’ottimo nylon del diametro del 0,30-0,40. Sicuramente è sconsigliato l’utilizzo del multi fibra o trecciato perchè non permette un naturale affondamento delle esche. Infine il finale o terminale per la pesca a light drifting le lampughe deve essere in fluorocarbon del 0,40-0,50 lungo circa 1,5 metri legato alla lenza madre con una girella.
  • Gli ami per la pesca a light drifting delle lampughe devono essere della misura 1/0-3/0.

Come pasturare per pescare le lampughe a drifting.

Sicuramente la pasturazione dovrà essere effettuata con le stesse esche che usiamo in pesca, ovvero sarde e alici. Bisogna tagliate a pezzi piuttosto piccoli o tritata le alici e le sarde e gettarle in acqua a mano. In alternativa la pasturazione può essere fatta col tritasarde elettrico. Nel dosare la pastura da gettare in acqua non bisogna esagerare, gli possono rilevarsi dannosi sfamando i pesci prima che trovano le nostre esche. Infine è possibile integrare la pastura con del macinato di pesce, in modo da formare una scia ben visibile di sminuzzata pastura.

Azione di pesca alle lampughe a light drifting.

L’azione di pesca è molto semplice per pescare le lampughe a drifting ma bisogna avere alcuni accorgimenti. In base alla profondità in cui si trovano le lampughe bisogna pescare con lenza libera, con galleggiante o con un piombo scorrevole sulla lenza madre.

 Come pescare i tonnetti alletterati a light drifting.

I tonnetti alletterati possono essere pescata a light drifting regalando molto diverse emozioni per via della sportività di questa tecnica. Il light drifting e praticata da molti pescatori che   estremizzano la leggerezza dell’attrezzatura per aumentare il divertimento. Il light drifting è impiegato per la catturare dei tonnetti alletterati dalla barca.

Dove pescare gli alletterati a light drifting.

 Il light drifting ai tonni alletterati può essere praticata con successo lungo tutte le coste Italiane. Si può svolgere con barca ancorata o a scarroccio il drifting ai tonnetti, con batimetriche dai 50 ai 120 metri per gli alletterati. Sicuramente la presenza di gabbiani indica le mangianze dei pesci predatori tra cui anche i tonnetti alletterati. Capita a volte di dover utilizzare l’ecoscandaglio per la mancanza in zona di gabbiani.

Periodo migliore per pescare i tonni alletterati a light drifting.

Per i tonnetti il periodo migliore e da fine estate alla fine dell’Autunno. Anche se i mesi migliori per pescare gli alletterati a drifting sono ottobre e novembre.


Le migliori esche per pescare i tonnetti alletterati a light drifting.

Le esche da utilizzare per pescare i tonnetti a light drifting sono naturali e le solite di questa tecnica, con particolar riguardo per le sarde.

 Attrezzatura per pescare gli alletterati a drifting.

 Sicuramente l’attrezzatura per il light drifting deve essere affidabile per poter contrastare una ipotetica sorpresa mentre si cerca di catturare i tonnetti.

  • Le canne da adoperare per pescare i tonnetti a light drifting possono essere quelle specificatamente realizzate per questa tecnica o in alternativa canne da bolentino o da spinning.
  • A queste canne bisogna abbinare per il light drifting ai tonnetti dei mulinelli a bobina fissa, robusti e affidabili. La misura variabile tra i 6000 e gli 8000 con buona potenza di recupero.
  • Il filo da adoperare in bobina dei mulinelli deve essere dell’ottimo nylon del diametro del 0,30-0,40. Sicuramente è sconsigliato l’utilizzo del multi fibra o trecciato perchè non permette un naturale affondamento e movimento delle esche. Infine il finale o terminale per la pesca a light drifting i tonnetti deve essere in fluorocarbon del 0,40-0,50 lungo circa 1,5 metri legato alla lenza madre con una girella.
  • Gli ami per la pesca a light drifting degli alletterati devono essere della misura 1/0-3/0.

Come pasturare per pescare i tonnetti alletterati a drifting.

Sicuramente la pasturazione dovrà essere effettuata con le stesse esche che usiamo in pesca, ovvero sarde ma anche le alici possono essere utilizzate. Bisogna tagliate a pezzi piuttosto piccoli o tritata le alici e le sarde e gettarle in acqua a mano. In alternativa la pasturazione può essere fatta col tritasarde elettrico. Nel dosare la pastura da gettare in acqua non bisogna esagerare, gli possono rilevarsi dannosi sfamando i pesci prima che trovano le nostre esche. Infine è possibile integrare la pastura con del macinato di pesce, in modo da formare una scia ben visibile di sminuzzata pastura.

Azione di pesca ai tonnetti a light drifting.

L’azione di pesca è molto semplice per pescare i tonnetti a drifting ma bisogna avere alcuni accorgimenti. In base alla profondità in cui si trovano i tonnetti bisogna pescare con lenza libera, con galleggiante o con un piombo scorrevole sulla lenza madre.

 Come pescare le aguglie a light drifting.

Sicuramente le aguglie non sono una preda ambita del light drifting, ma spesso viene svolta per ottenere dell’esca fresca. Il light drifting e praticata da molti ed estremizzando la leggerezza  dell’attrezzatura fino ad arrivare a canne per la pesca alla trota in laghetto il divertimento è assicurato.

Dove pescare le aguglie a drifting.

 Il light drifting alle aguglie può essere praticata con successo lungo tutte le coste Italiane. Si può svolgere con barca ancorata o a scarroccio vicino riva con profondità fino a 10-15 metri. Sicuramente un hot spot dove fermarsi alla ricerca dell’aguglia  a light drifting è la vicinanza delle l’imboccature dei porti.

Periodo e ore migliore per pescare le aguglie a light drifting.

Per le aguglie il periodo migliore e quello estate fino a circa meta autunno. le ore migliori per pescare l’aguglia a light drifting sono quelle dell’alba.

Le migliori esche per pescare le aguglie a drifting.

Le esche da utilizzare per pescare le aguglie light drifting sono esche naturali come piccoli vermi coreani e bigattino.


 Attrezzatura per pescare le aguglie a drifting.

Sicuramente l’attrezzatura per il drifting deve essere affidabile per poter contrastare una ipotetica sorpresa come pesci balestra mentre si cerca di catturare le aguglie.

  • Le canne da adoperare per pescare i tonnetti a light drifting possono essere canne da bolentino o da spinning.
  • A queste canne bisogna abbinare per il drifting alle aguglie dei mulinelli a bobina fissa. La misura variabile tra i 2000 e gli 4000.
  • Il filo da adoperare in bobina dei mulinelli deve essere dell’ottimo nylon del diametro del 0,20-0,25. Sicuramente è sconsigliato l’utilizzo del multi fibra o trecciato perchè non permette un naturale affondamento e movimento delle esche. Infine il finale o terminale per la pesca a drifting le aguglie deve essere in fluorocarbon del 0,18-0,25 lungo circa 1,5 metri legato alla lenza madre con una girella.
  • Gli ami per la pesca a light drifting degli alletterati devono essere della misura 16-12.

Come pasturare per pescare le aguglie a drifting.

Sicuramente la pasturazione dovrà essere effettuata con le stesse esche che usiamo in pesca, ovvero bigattini ma anche le farine di pastura a base di pesce tritato sono ideali.

Azione di pesca alle aguglie a light drifting.

L’azione di pesca è molto semplice per pescare le aguglie a drifting ma bisogna avere alcuni accorgimenti. In base alla profondità in cui si trovano le aguglie bisogna pescare con lenza libera o con galleggiante.

 Come pescare lo sgombro a light drifting.

Sicuramente lo sgombro non sono una preda più ambita del light drifting, ma spesso viene svolta per ottenere dell’esca fresca. Il light drifting e praticata da molti ed estremizzando la leggerezza   dell’attrezzatura fino ad arrivare a canne per la pesca alla trota in laghetto il divertimento è assicurato.

Dove pescare lo sgombro a drifting.

 Il light drifting allo sgombro può essere praticata con successo lungo tutte le coste Italiane. Si può svolgere con barca ancorata o a scarroccio vicino riva con profondità fino a 10-15 metri. Sicuramente un hot spot dove fermarsi alla ricerca dello sgombro  a light drifting sono ben segnalati dai gabbiani.

Periodo e ore migliore per pescare gli sgombri a light drifting.

Per gli sgombri il periodo migliore è la primavera marzo e aprile. le ore migliori per pescare gli sgombri a light drifting sono quelle del giorno.

Le migliori esche per pescare gli sgombri a drifting.

Le esche da utilizzare per pescare gli sgombri light drifting sono esche naturali come sarda e alici fatte a piccoli pezzi.

 Attrezzatura per pescare gli sgombri a drifting.

Sicuramente l’attrezzatura per il drifting deve essere affidabile per poter contrastare una ipotetica sorpresa come tonnetti alletterati mentre si cerca di catturare gli sgombri.

  • Le canne da adoperare per pescare i tonnetti a light drifting possono essere canne da bolentino o da spinning.
  • A queste canne bisogna abbinare per il drifting agli sgombri dei mulinelli a bobina fissa. La misura variabile tra i 4000 e gli 6000.
  • Il filo da adoperare in bobina dei mulinelli deve essere dell’ottimo nylon del diametro del 0,25-0,35. Sicuramente è sconsigliato l’utilizzo del multi fibra o trecciato perchè non permette un naturale affondamento e movimento delle esche. Infine il finale o terminale per la pesca a drifting gli sgombri deve essere in fluorocarbon del 0,25-0,30 lungo circa 1,5 metri legato alla lenza madre con una girella.
  • Gli ami per la pesca a light drifting degli sgombri devono essere della misura 6-2.

 Come pasturare per pescare gli sgombri a drifting.

Sicuramente la pasturazione dovrà essere effettuata con le stesse esche che usiamo in pesca, ovvero sarda e alici tritate ma anche le farine di pastura a base di pesce tritato sono ideali.

Azione di pesca per gli sgombri a light drifting.

L’azione di pesca è molto semplice per pescare gli sgombri a drifting ma bisogna avere alcuni accorgimenti. In base alla profondità in cui si trovano i pesci bisogna pescare con lenza libera o con galleggiante. Ma spesso si ha la necessita di utilizzare un piombo scorrevole sulla lenza madre per far affondare l’esca.

 Come pescare l’occhiata a light drifting.

Sicuramente l’occhiata non sono una preda ambita del light drifting, ma spesso viene svolta per ottenere dell’esca fresca. Il light drifting e praticata da molti ed estremizzando la leggerezza dell’attrezzatura fino ad arrivare a canne per la pesca alla trota in laghetto il divertimento è assicurato.

Dove pescare l’occhiata a drifting.

 Il light drifting all’occhiata può essere praticata con successo lungo tutte le coste Italiane. Si può svolgere con barca ancorata o a scarroccio vicino riva con profondità fino a 10-15 metri. Sicuramente un hot spot dove fermarsi alla ricerca dell’occhiata  a light drifting è la vicinanza delle l’imboccature dei porti e scogliere. Infine le occhiate sono uno dei pochi pesci che possono essere pescati a light drifting anche dalle banchine dei porti e dalle scogliere.

Periodo e ore migliore per pescare le occhiate a light drifting.

Per l’occhiata il periodo migliore e quello estate fino a fine autunno. le ore migliori per pescare le occhiate a a light drifting sono quelle dopo il tramonto fino all’alba.

Occhiata a light drifting

Le migliori esche per pescare l’occhiata a drifting.

Le esche da utilizzare per pescare l’occhiata light drifting sono esche naturali come piccoli vermi coreani e bigattino.

 Attrezzatura per pescare l’occhiata a drifting.

 Sicuramente l’attrezzatura per il drifting deve essere affidabile per poter contrastare una ipotetica sorpresa come pesci balestra mentre si cerca di catturare le occhiate.

  • Le canne da adoperare per pescare le occhiate a light drifting possono essere canne da bolentino o da spinning.
  • A queste canne bisogna abbinare per il drifting alle occhiate dei mulinelli a bobina fissa. La misura variabile tra i 2000 e gli 4000.
  • Il filo da adoperare in bobina dei mulinelli deve essere dell’ottimo nylon del diametro del 0,20-0,25. Sicuramente è sconsigliato l’utilizzo del multi fibra o trecciato perchè non permette un naturale affondamento e movimento delle esche. Infine il finale o terminale per la pesca a drifting le occhiate deve essere in fluorocarbon del 0,18-0,25 lungo circa 1,5 metri legato alla lenza madre con una girella.
  • Gli ami per la pesca a light drifting degli alletterati devono essere della misura 16-12.

 Come pasturare per pescare le occhiate a drifting.

Sicuramente la pasturazione dovrà essere effettuata con le stesse esche che usiamo in pesca, ovvero bigattini ma anche le farine di pastura a base di pesce tritato sono ideali.

Azione di pesca alle occhiate a light drifting.

L’azione di pesca è molto semplice per pescare l’occhiata a drifting ma bisogna avere alcuni accorgimenti. In base alla profondità in cui si trovano le occhiate bisogna pescare con lenza libera o con galleggiante.

 Come pescare il sugarello a light drifting.

Sicuramente il sugarello non sono una preda ambita del light drifting, ma spesso viene svolta per ottenere dell’esca fresca. Il light drifting e praticata da molti ed estremizzando la leggerezza   dell’attrezzatura fino ad arrivare a canne per la pesca alla trota in laghetto il divertimento è assicurato.

Dove pescare il sugarello a drifting.

 Il light drifting il sugarello può essere praticata con successo lungo tutte le coste Italiane. Si può svolgere con barca ancorata o a scarroccio vicino riva con profondità fino da 10 a 25 metri. Sicuramente un hot spot dove fermarsi alla ricerca dell’occhiata  a light drifting è la vicinanza delle l’imboccature dei porti e scogliere. Infine il sugarello sono uno dei pochi pesci che possono essere pescati a light drifting anche dalle banchine dei porti e dalle scogliere.

Periodo e ore migliore per pescare il sugarello a light drifting.

Per il sugarello il periodo migliore e quello estate fino a fine autunno. le ore migliori per pescare le occhiate a a light drifting sono quelle a cavallo dell’alba.

Le migliori esche per pescare i sauri a drifting.

Le esche da utilizzare per pescare il sugarello o sauro light drifting sono esche naturali come piccoli vermi coreani e gambero sgusciato.

 Attrezzatura per pescare il sugarello a drifting.

  Sicuramente l’attrezzatura per il drifting deve essere affidabile per poter contrastare una ipotetica sorpresa come pesci balestra mentre si cerca di catturare il sugarello.

  • Le canne da adoperare per pescare il sauro a light drifting possono essere canne da bolentino o da spinning.
  • A queste canne bisogna abbinare per il drifting all sugarello dei mulinelli a bobina fissa. La misura variabile tra i 2000 e gli 4000.
  • Il filo da adoperare in bobina dei mulinelli deve essere dell’ottimo nylon del diametro del 0,20-0,25. Sicuramente è sconsigliato l’utilizzo del multi fibra o trecciato perchè non permette un naturale affondamento e movimento delle esche. Infine il finale o terminale per la pesca a drifting il sugarello deve essere in fluorocarbon del 0,18-0,25 lungo circa 1,5 metri legato alla lenza madre con una girella.
  • Gli ami per la pesca a light drifting degli alletterati devono essere della misura 16-12.

Come pasturare per pescare i sauri a drifting.

Sicuramente la pasturazione dovrà essere effettuata con le stesse esche che usiamo in pesca, ovvero gamberi e ma anche le farine di pastura a base di pesce tritato o gambero sono ideali.

Azione di pesca al sauro a light drifting.

L’azione di pesca è molto semplice per pescare il sugarello a drifting ma bisogna avere alcuni accorgimenti. In base alla profondità in cui si trovano il sugarello bisogna pescare con lenza libera o con galleggiante.

 Come pescare la leccia stella a light drifting.

Sicuramente la leccia stella non sono una preda ambita del light drifting, ma spesso viene svolta per ottenere dell’esca fresca. Il light drifting e praticata da molti ed estremizzando la leggerezza   dell’attrezzatura fino ad arrivare a canne per la pesca alla trota in laghetto il divertimento è assicurato.

Dove pescare la leccia stella a drifting.

 Il light drifting alla leccia stella può essere praticata con successo lungo tutte le coste Italiane. Si può svolgere con barca ancorata o a scarroccio vicino riva con profondità fino a 10-15 metri. Sicuramente un hot spot dove fermarsi alla ricerca della leccia stella  a light drifting è la vicinanza delle l’imboccature dei porti e scogliere.

Periodo e ore migliore per pescare le stelle a light drifting.

leccia stella a light drifting

Per le stelle il periodo migliore e quello estate fino a fine autunno. le ore migliori per pescare le leccie stella a a light drifting sono quelle centrali della giornata.

Le migliori esche per pescare le leccie stelle a drifting.

Le esche da utilizzare per pescare la leccia stella light drifting sono esche naturali come piccoli vermi coreani e bigattino.

 Attrezzatura per pescare la leccia stella a drifting.

 Sicuramente l’attrezzatura per il drifting deve essere affidabile per poter contrastare una ipotetica sorpresa come pesci balestra mentre si cerca di catturare le stelle.

  • Le canne da adoperare per pescare i tonnetti a light drifting possono essere canne da bolentino o da spinning.
  • A queste canne bisogna abbinare per il drifting alle stelle dei mulinelli a bobina fissa. La misura variabile tra i 2000 e gli 4000.
  • Il filo da adoperare in bobina dei mulinelli deve essere dell’ottimo nylon del diametro del 0,20-0,25. Sicuramente è sconsigliato l’utilizzo del multi fibra o trecciato perchè non permette un naturale affondamento e movimento delle esche. Infine il finale o terminale per la pesca a drifting le stelle deve essere in fluorocarbon del 0,18-0,25 lungo circa 1,5 metri legato alla lenza madre con una girella.
  • Gli ami per la pesca a light drifting degli alletterati devono essere della misura 16-12.

 Come pasturare per pescare le stelle a drifting.

Sicuramente la pasturazione dovrà essere effettuata con le stesse esche che usiamo in pesca, ovvero bigattini ma anche le farine di pastura a base di pesce tritato sono ideali.

Azione di pesca alle stelle a light drifting.

L’azione di pesca è molto semplice per pescare la leccia stella a drifting ma bisogna avere alcuni accorgimenti. In base alla profondità in cui si trovano le stelle bisogna pescare con lenza libera o con galleggiante.


Sommario Della Pagina