Cosa si pesca di questo periodo a traina col vivo

Cosa si pesca di questo periodo a traina col vivo in sintesi.

Come tutti sappiamo nelle diverse stagioni si pescano diversi pesci vediamo brevemente cosa si pesca di questo periodo a traina col vivo.  Anche se le condizioni meteo e le variazioni climatiche

possono causare alcune variazioni sopratutto sulle specie pelagiche possiamo riassumere il tutto.

Cosa si pesca brevemente a gennaio con la traina col vivo.

la traina col vivo questo periodo non è la migliore tecnica, ma sulle secche e sulle zone rocciose può ancora avere delle belle catture di dentici e ricciole. Le spigole ormai in questo mese sono gli unici predatori che possiamo trovare in foce anche se l’uso dell’artificiale è più redditizio.

Cosa si pesca in sintesi a febbraio con la traina col vivo.

Nel sotto costa nonostante i pesci serra sono sempre più stanziali possiamo decimarci alla pesca delle spigole. Si hanno delle catture occasionali a mare aperto mentre nel sotto costa vicino alle foci e imboccature dei porti si ha qualche possibilità di più di incontrare le spigole. Con esche vive di stagioni seppie calamari e pagelli trainati a fondo possono regalarci belle catture di dentici e ricciole.

Cosa si pesca brevemente a marzo con la traina col vivo.

In questo mese marzi inizia la primavera e se il periodo è caldo e inizia le belle giornate è possibile incontrare qualche bel serra. Sempre come per il mese di febbraio trainando esche di stagione sulle secche e sui bordi è possibile incontrare qualche dentice.

Cosa si pesca in sintesi a aprile con la traina col vivo.

Anche se i pesci serra sopratutto al sud sono maggiormente presenti questo mese insieme a quello di maggio sono i mesi di frega del dentice. Sicuramente è il mese giusto per la pesca dei dentici trainando esche di stagione come seppie, sugarelli e pagelli.

Cosa si pesca brevemente a maggio con la traina col vivo.

Il mese di maggio come detto in precedenza è ottimo per i dentici visto che questo è il loro periodo di riproduzione. Anche i pesci serra sono arrivati in buon numero regalando diverse catture. Quindi è possibile pescare con successo sia i pesci serra nel sotto costa e dentici sulle secche e sui bordi. Trainando a fondo con le seppie e sugarelli è possibile prendere qualche bel dentice e anche qualche bella ricciola con possibili abboccate anche di cernie. A mare aperto sono presenti branchi di alici e sardine che possono attirare predatori come palamite e sporadiche lecce amia. Bisogna trinare in superficie o a mezz’acqua sgombri e sugarelli.

Cosa si pesca in sintesi a giugno con la traina col vivo.

 

A giugno la traina col vivo a fondo sulle secche e bordi può regalare qualche sorprese come cernia durante la pesca di ricciole e dentici. La presenza dei serra è una certezza e l’innesco di un cefalo sicuramente non farà attendere molto l’abboccata di questo straordinario pesce.

Cosa si pesca brevemente a luglio con la traina col vivo.

La traina costiera ai pesci serra è andare a colpo sicuro. Il sotto costa i branchi di pesci pesci serra da uno due chili sono fitti mentre quelli di taglia sono presenti ma un pò più solitari. Da insidiare trainando esche vive come aguglie, cefali e leccie stelle. Durante la traina del serra si deve essere pronti in questo periodo alla sorpresa di qualche leccia amia di taglia. Se vogliamo selezzionare proprio questo pesce dobbiamo innescare esche un pò più generose durante le ore diurne. Trainando a fondo col esche vive di stagione, è possibile la cattura di ricciole di taglia, e dei dentici.

Cosa si pesca in sintesi a agosto con la traina col vivo.

Trainando nel mese di agosto a fondo col vivo di stagione, è possibile la cattura di ricciole di taglia. In questo periodo è possibile anche la cattura dei dentici anche se come il mese precedente la taglia non è entusiasmante.

Nel sotto costa la dominazione dei pesci serra trova la concorrenza delle lecce amia. Si possono insidiare a traina col vivo utilizzando cefali, lanzardi, aguglie, sugarelli e stelle tutte e due questi predatori. Nelle ore più redditizie quelle centrali della giornata possiamo fare selezione puntando sulle lecce aumentando le dimensioni delle esche

Cosa si pesca brevemente a settembre con la traina col vivo.

innesco del vivo per la traina
innesco del vivo per la traina

Anche nel mese di settembre come per il mese di agosto il sotto costa è dominato dai pesci serra e le lecce amia. I pesci serra, con la ritrovata tranquillità e dopo che si sono nutriti un pò più a largo accostano  quelli più grossi e si ha la concreta possibilità di imbatterci in qualche grosso esemplare.

Sicuramente l’esca di stagione è l’aguglia da pescare sempre a traina con la matassina. In alternativa se non si riescono a recuperare le aguglie sono validi i sugarelli, lecce stelle e  cefali.

Alcuni anni verso la fine del mese con l’aguglia è possibile la cattura di lampughe che si sono avvicinate alla costa sopratutto se troviamo zone con ombra. Trainando a fondo col vivo si possono avere delle catture occasionali di ricciole e di dentici.

Cosa si pesca in sintesi a ottobre con la traina col vivo.

Ad ottobre di giorno durante le ore più calde ci possiamo dedicare con successo alla ricerca delle lecce amia in foce e imboccature dei porti. Le esca di questo periodo non mancano e non è difficile procurarsi quelle di stagione cefali, aguglie, sgombri e sugarelli. In questo mese sono ancora presenti i pesci serra ma difficilmente incontriamo esemplari al di sotto dei 2-3 chilogrammi.

In questo periodo sono da frequentare le zone dove si hanno delle ombre anche di piccola entità come boe alla ricerca delle lampughe. Nelle vicinanze di rocce relitti e secche non è improbabile imbattersi in dentici e ricciole.

Cosa si pesca brevemente a novembre con la traina col vivo.

Con le esche di stagione aguglie, seppie e calamari a novembre non è difficile imbattersi in dentici e ricciole intorno e sopra le secche, mentre vicino la costa  si possono insidiare le ultime lecce e gli ultimi serra di stagione. Inizia a diventare più probabile la cattura di qualche bella spigola vicino le foci.

Cosa si pesca in sintesi di questo periodo a traina col vivo dicembre.

A dicembre la traina col vivo a fondo e quella da preferire sulle secche e zone rocciose alla ricerca di dentici e ricciole spostandosi magari in quelle più profonde che conosciamo. Sicuramente le esche da utilizzare per la facilita di reperirle sono le seppie e i pagelli. Nel sotto costa sopratutto al sud italia e i primi giorni del mese c’è ancora la possibilità di insidiare qualche leccia e qualche serra.  Le lecce vanno ricercate nelle ore centrali delle belle giornate soleggiate, con temperature tiepide ancor meglio se nei giorni precedenti non ha piovuto. I serra serra come sempre vanno ricercati  all’alba e soprattutto al tramonto anche se le catture sono molto occasionali. In questo periodo è possibile anche di avere catture di spigole nelle vicinanze delle foci.