L esca giusta per la carpa

Come scegliere l esca giusta per la carpa.


Sicuramente è molto importante saper scegliere l esca giusta per la carpa. In base al tipo di fondale, periodo temperatura e abitudini alimentari delle carpe.

Perché scegliere le boiles e quando è esca giusta per la carpa

In molti credono che la boiles è sempre l esca giusta per la carpa. La boiles è l’esca che ha rivoluzionato il carp fishing ma non fino a questo punto. Anche se le boiles sono fatte da un mix di farine amalgamate con un tuorlo d’uovo ed aromi che possono essere scelte tra una vasta scelta. Possono essere colorate dai colori voluti e di forma sferica di svariate misure. Possono essere affondanti o galleggianti. Quindi in base al periodo mese e stagione si può scegliere l’aroma giusto.

Esca giusta per la carpa

In base al fondale si può scegliere il colore delle boiles. Anche per le carpe svogliate si possono utilizzare boiles di forma diversa. Queste esche sono molto utilizzate in Europa. Possono essere realizzate in casa seguendo diverse ricette o semplicemente comprate già pronte. Le boiles sono molto efficaci soprattutto nei specchi d’acqua chiusi. Le boiles galleggianti pop-up sono molto utile in presenza di fondali fangosi.

Per tutto questo sembrano l’esca per le carpe ideali in tutte le occasioni ma in laghi con forte pressione di pesca le carpe conoscono ormai queste insidie.

Perché scegliere Il pellet e quando è esca giusta per la carpa

Il pellet è utilizzato per pasturare e per sessioni di pesca brevi. Infatti il pellet sono granuli di farina compressa che si dissolve velocemente in acqua. Per questo il pellet sono più indicati per le pesche di breve durata al posto delle boiles. Come per le boiles si può scegliere tra una vasta scelta per dimensioni colori e aromi.

Scegliere tra le granaglie e quando è esca giusta per la carpa

Tra le granaglie per la pesca delle carpe troviamo numerosi semi. Sono sicuramente le esche per carpe più polivalenti. Anche queste si trovano pronte per la pesca o possono essere preparate in casa. Tra questi possiamo ricordare i ceci, lupini e mais.

Perché scegliere i lupini e quando è esca giusta per la carpa

Il lupino è una granaglia polivalente e abbastanza grande per selezionare le carpe.  il lupino è utilizzabilesia per l’innesco che per  la pasturazione. Dal colore simile a quello del mais ma dal sapore diverso può essere utilizzato quando le carpe non cascano nell’inganno del mais ma si vuole utilizzare un’esca ben visibile su fondali scuri.

Perché scegliere il mais e quando è esca giusta per la carpa.

Si tratta di un’esca molto polivalente, e molto efficace sulla maggior parte dei pesci bianchi, tra cui le carpe. La carpa sono molto delicate non è un pesce spazzino o ripulitore, le sue capacità di digerire il cibo in decomposizione sono decisamente inferiori ad altri pesci  come storioni, pesci gatto per questo bisogna fare attenzione. Bisogna fare attenzione un errata preparazione e cottura del mais possono portare le carpe ad ammalarsi.

Perché scegliere la noce tigrata e quando è esca giusta per la carpa.

Questa granaglia ha il vantaggio di essere croccante. Essendo curiose, le carpe saranno attratte dal suono di un altra carpa che mangia. Per questo Sono molto valide per essere utilizzate per la pastura.
Esca giusta per la carpa noce

Perché scegliere i ceci e quando è esca giusta per la carpa.

I ceci sono un esca davvero veloce per entrare in pesca e per la pasturazione. La buccia porosa e una polpa che in acqua si comporta come una spugna rilasciando in acqua un forte potere attrattivo. Le spezie aggiunte durante la preparazione sono facilmente assorbite dai ceci per poi essere rilasciate in acqua. I ceci possono essere benissimo innescati su hair rig proprio come se fossero delle boiles. Il loro peso specifico superiore rispetto alle altre classiche granaglie è un vantaggio anche nelle pasturazioni. Infatti scendendo velocemente sul fondo non vengono portati via dalla corrente e sono ideali per preparare un nuovo spot.

Scegliere tra le esche naturali l esca giusta per la carpa.

Vermi e larve sono le esche naturali più diffuse.  Sono ricchi di proteine e molto efficaci.  Da privilegiare sugli specchi d’acqua in cui non si ha il tempo di creare dipendenza dalle esche sintetiche. Il principale svantaggio è di non poter selezionare la specie di pesce che abboccherà.

Aglio come esca per carpe e quando è esca giusta per la carpa.

L aglio come esca è sottovalutate da molto carpisti anche se lo utilizzano spesso come aroma nelle boiles. L aglio è la vera alternativa in grado di vincere la diffidenza dei grossi pesci presenti nei   nostri bacini sempre più pressati. Regala numerose catturante specialmente nel periodo primaverile, questa esca ci darà la possibilità di ingannare i pesci più sospettosi e molto spesso ci troveremo a dover battagliare anche con grossi amur, che ne sono particolarmente ghiotti.

Esca giusta per la carpa aglio 1

L aglio è un’esca di estrema facilità d’uso e reperibilità e dal costo irrisorio, adatta alla caccia sopratutto di carpe amur.

Conosciamo l ‘aglio per utilizzarlo come esca giusta per la carpa.

laglio è una pianta coltivata bulbosa, assegnata tradizionalmente alla famiglia delle Liliaceae. Il suo utilizzo primario è quello di condimento, ma è ugualmente usato a scopo terapeutico per le proprietà congiuntamente attribuitegli dalla scienza e dalle tradizioni popolari. A causa della sua coltivazione molto diffusa l’aglio viene considerato quasi ubiquitario, ma le sue origini sono asiatiche. L’odore caratteristico dell’aglio è dovuto a numerosi composti organici di zolfo tra cui l’alliina ed i suoi derivati. L aglio è un bulbo formato da diversi spicchi in media da 8-12. 

Perchè l’aglio funziona come esca.

L’aglio ha certamente molte delle caratteristiche di cui necessita un esca nel periodo primaverile. Le sostanze contenute al suo interno hanno, infatti, un forte potere energetico. Sono presenti un buona dose di proteine, minerali, vitamine e amminoacidi; tutto ciò che la carpa ricerca in questi periodo. Se uniamo queste caratteristiche al suo forte potere attrattivo dovuto al forte odore, ci troviamo di fronte ad un’esca infallibile, che non ha nulla da invidiare alla più blasonate boiles. Non a caso, tra le aromatizzazioni e gli olii essenziali per il self made che troviamo in commercio, gli estratti e derivati dell’aglio sono tra gli elementi di maggior successo.

Come scegliere l esca giusta per la carpa in base al periodo fondali temperatura mesi stagioni grandezza del lago tempo in pesca e per pasturare

Come innescare l aglio come esca per le carpe.

E’ bene considerare che il grado di maturità dell’aglio influisce sul peso specifico e il potere attrattivo, più la radice sarà matura e vicina a germogliare, minore sarà il suo peso specifico in acqua e minore sarà anche il suo potere attrattivo. Quindi anche il singolo spicchio di aglio meno maturo saranno totalmente affondante, al contrario spicchi che iniziano a germogliare tenderanno a galleggiare una volta immerse.

Andiamo a prelevare un singolo spicchio ben sbucciata da utilizzare come innesco. Per l’innesca si utilizza un singolo spicchio la scelta cadrà in base alla tipologia del bacino e al fondale che andremo ad affrontare; per presentazioni pop-up andremmo a scegliere spicchi maturi anche se con un minor potere attrattivo. i singoli spicchio dovranno essere bucciata poco prima dell’innesco per conservare un maggior potere attrattivo. La preparazione dell’innesco è molto semplice; andiamo a sbucciare un singolo spicchio e lo foriamo verticalmente; per dare compattezza possiamo applicare alle due estremità, due paiette. Un innesco del genere risulta  molto resistente agli attacchi dei piccoli pesci.