Gattuccio  

Bavosa, habitat, alimentazione, pesca ed esche.


Il gattuccio (Scyliorhinus canicula) è uno squalo appartenente alla famiglia Scyliorhinidae, non pericoloso per l’uomo.

Descrizione in sintesi del gattuccio.

bocca del gattuccio

Il corpo è simile al tipico squalo ed e allungato e poco compresso ai lati, con testa appuntita, occhi dal taglio allungato e lungo peduncolo caudale. Le pinne dorsali sono arretrate, la prima è dietro la ventrale, la seconda dietro l’anale; la coda è formata da due lobi, quello superiore più sviluppato dell’inferiore. Presenta 5 fessure branchiali laterali.  La livrea è, con fondo beige puntinato di bruno e giallastro. Può raggiungere la lunghezza di un metro anche se spesso le dimensioni sono molto più ridotte.

Brevemente l’habitat del gattuccio.

Diffuso nel Mar mediterraneo (dall’Adriatico allo Stretto di Gibilterra, nonché nel Mar Egeo) e lungo le coste atlantiche orientali, dalla Guinea fino al Mare del Nord e al Mar Baltico, lungo le coste scandinave.  Abita fondali sassosi, sabbiosi e corallini, specie se ricchi di gorgonie (Paramuricea clavata o Eunicella cavolinii, sui rami delle quali depone le uova). Frequenta acque basse e medio-profonde, con profondità da 10 a 400 metri.

L’alimentazione in breve del gattuccio.

Si nutre di polpi, crostacei, molluschi e vermi, in età adulta caccia anche piccoli pesci.

I metodi di pesca e come pescare in mare il gattuccio.

 Questo squaliforme non è particolarmente ricercato dai pescatori sportivi nonostante le carmi sono commestibili e regala combattimenti  avvincenti ma è difficile dedicare una battuta di pesca a questa specie ben precisa. Capita a volte che resta ingannato dalle esche preparate per altri pesci anche di grufolatori come le mormore. È una specie ampiamente pescata dai pescatori professionisti con rete e palamiti e commercializzata in tutta Europa.

Brevemente l’esca migliore per il gattuccio.

I pescatori professionisti lo catturano innescando sarde intere o a pezzi sugli ami dei palamiti, mentre i pescatori sportivi lo catturano con esche come vermi, crostacei e sarda dedicate ad altri pesci.

Dove pescare in sintesi i gattucci.

Sicuramente bisogna pescarlo nel suo habitat che è: Fondali sassosi, sabbiosi e corallini, specie se ricchi di gorgonie. Frequenta acque basse e medio-profonde, con profondità da 10 a 400 metri.

Periodo e mesi migliori in breve per la pesca dei gattucci.

Pescando a largo con imbarcazioni è possibile incontrarlo durante tutto l’anno mentre dalla riva è maggiormente probabile incontrarlo il perdio estivo.