Innescare il formaggino

Innescare il formaggino.


Sicuramente innescare il formaggino è molto utilizzato in acqua interna sopratutto allo storione. In mare sta affascinando sempre più pescatori sopratutto con le tecniche con galleggiante.

Innescare il formaggino per la pesca.

Il formaggino è ottimo per la pesca a galla e sopratutto a canna fissa, vista la sua consistenza è poco resistente all’innesco. Può essere utilizzato anche per la pesca a bolognese e inglese ma non bisogna forzare il lancio. Si rischia di di far arrivare l’amo senza esca in acqua. Per questo possiamo modificare la consistenza del formaggino seguendo una semplice ricetta rendendolo più resistente all’innesco e nella fase di lancio.

Cosa si pesca col formaggino in mare e in acqua interna.

Molti pescatori di acqua interna hanno utilizzato con successo il formaggino per la pesca sopratutto degli storioni facendone quasi una tecnica di pesca a se. Questa esca negli ultimi anni sta interessando anche altri pescatori di acqua dolce e di mare, per la pesca a galla e a fondo. In mare è possibile insidiare diversi pesci col formaggino cefalo, salpe, orate, saraghi, mormore e occhiate. In acque interne come in fiumi laghi e cave è possibile pescare oltre gli storioni, barbi, cavedani e pesci gatto.

Come dare consistenza e aumentare il potere attrattivo al formaggino per la pesca a galleggiante e a fondo.

Il formaggino come detto in precedenza è un’esca molto utilizzata per la pesca dello storione. Sicuramente quasi tutti i pescatori utilizzano il  Formaggino tigre classico. Questa  specifica marca è utilizzata non solo per la facile reperibilità ma anche per la capacità catturante e la consistenza che purtroppo negli ultimi anni è cambiata. Possiamo aumentare la resistenza sull’amo di questo specifico formaggino e di qualunque altra marca seguendo una semplice ricetta, aumentando anche il potere attrattivo.

i formaggini usati per la pesca

Per aumentare la resistenza sull’amo bisogna semplicemente eliminare l’acqua all’interno del formaggino e aggiungere qualcosa che leghi come il ferro nel calcestruzzo. Sicuramente se si aggiunge qualcosa che aumenta anche il potere attrattivo ancora meglio.

Per eliminare l’acqua nel formaggino basca far sciogliere il formaggino in un pentolino a bagno maria. Si deve aggiungere una noce di burro per una confezione di formaggino cioè circa 150 gr si lascia addensare per circa 3-5 minuti. Aggiungendo a questo punto pezzetti di alici o sarde sottolio o in alternativa fresche e lasciandolo cuocere per altri 3-5 minuti. Se non abbiamo necessità di un innesco molto resistente al lancio, possiamo utilizzare al posto delle alici o sarde della pasta di acciuga.

Bisogna preparare una forma stampo dove lasciar raffreddare il formaggino. Si possono utilizzare degli stampi in silicone, o rivestire una scatola con della carta forno per poi rimuoverla facilmente. La forma ottenuta bisogna lasciarla riposare per circa un’ora. Dopo averla estratta dalla forma si avvolge nella carta assorbente e si conserva in frigo per qualche giorno o in congelatore anche per qualche mese.