La pesca a mosca in mare esche periodo e hot spot migliore

La pesca a mosca in mare.

Sicuramente la pesca a mosca in mare negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede dopo il successo in acqua interna. Brevemente le prede della pesca a mosca sono quelle che mangiano a

  galla come le trote in acqua interna mentre in mare si possono catturare spigole occhiate leccie stelle tonnetti e aguglie.

La pesca a mosca è nata per le acque interne, in particolare per le speci che mangiano a galla, come ad esempio la Trota. La tecnica della pesca a mosca è teoricamente molto semplice mentre per praticarla con successo bisogna avere molta esperienza sopratutto in mare. Nel complesso si tratta di imitare un insetto che cade in acqua per questo le esche si chiamano mosche.  La mosca si lancia con una tecnica molto elaborata e coreografica. Bisogna far cadere l’esca dove si presume che possano trovarsi i pesci e lasciarla scarrocciare a galla aspettando l’abboccata. Come accennato prima i lanci coreografici sono necessari per lanciare un’esca artificiale molto piccola e leggera. In questa tecnica non si utilizzano piombi per evitare che le esche affondano. Oltre ad un minimo di pratica, è necessario utilizzare esche e attrezzatura specifica.

Le esche chiamate mosche per la pesca in mare.

Come è facile intuire le esche utilizzate per la pesca a mosca in mare sono molto diverse di quelle utilizzate in acqua dolce. In mare è molto difficilmente che i pesce si cibano di insetti e per questo le esche devono imitare e somigliare un piccolo pesce. Le altre caratteristiche che devono avere le esche per la pesca a mosca in mare sono la visibilità, con la giusta colorazione e muoversi sinuosamente imitando il nuoto appunto di un pesce. Si utilizzano ami con testa piombata sui quali si costruisce la mosca utilizzando diversi materiali e la creatività del pescatore. Infatti una grossa soddisfazione di questa tecnica di pesca è dovuta proprio alla cattura di pesci con le esche auto costruite.

Le canne e mulinelli per la pesca a mosca in mare.

Sicuramente le canne da pesca a mosca sono ben diverse dalle altre canne da pesca per le altre tecniche, la flessibilità di queste canne è più simili ad una frustata e il mulinello è posizionato molto in baso all’estremità inferiore. Le canne ideali per la pesca in mare sono di classe 9, con lunghezza dai 3 ai 3,5 metri.

I mulinelli per la pesca a mosca sono molto semplici costituiti da una bobina dove si raccoglie il filo.

filo e coda di topo per la pesca in mare.

La lenza ha un ruolo determinante nel lancio, dato il ridotto peso delle esche per poter lanciare è necessario utilizzare una particolare lenza detta “Coda di Topo”. La coda di topo per la pesca in mare come in acqua interna ha la particolarità di essere conica, con il diametro a metà lenza notevolmente piu’ grande di quello alle estremità.Grazie a questa conicità riesce a lanciare esche del peso anche inferiore al grammo. La coda di topo è solo la parte centrale della lenza, infatti deve essere completata con due parti di comune nylon. Come è facilmente intuibile non si riescono a raggiungere notevoli distanze ma solo poche decine di metri.

La parte terminale della coda di topo si lega uno spezzone di un metro circa per collegare l’esca alla coda di topo. Si utilizza questo spezzone di collegamento per salvaguardarne l’integrità della coda di topo e per ovviare alla troppo visibilità della stessa.

Il mulinello deve essere caricato anche di nylon prima della coda di topo per avere filo per eventuali fughe di pesci importanti.

Sul mercato esistono code di topo galleggianti e affondanti. Mentre le caratteristiche e gli usi di quelle galleggianti sono di facile intuizione quelle affondanti possono essere ad affondamento lento o rapido. Mentre per i pesci che mangiano più in superficie si utilizzano quelli ad affondamento lento come per le occhiate, per le spigole si utilizzano code di topo che affondano rapidamente.

Sicuramente è facile capire che generalmente si utilizzano code di topo galleggianti dove il fondale non supera i 2 mt  mentre quelli affondanti sia lenti che veloci in base al tipo di pesce in presenza di profondità maggiore.

I pesci che si possono insidiare con la tecnica della pesca a mosca in mare.

Come detto in precedenza sicuramente si possono insidiare tutti i pesci che mangiano a pelo d’acqua o appena al di sotto. La pesca a mosca dalla spiaggia purtroppo nei nostri mari si limita a poche specie come spigole, occhiate, aguglie e leccie stelle. Dalla barca con la tecnica della mosca possono essere catturati pesci importanti come tonnetti alletterati lampughe pesci serra e leccie amia ma qui bisogna utilizzare attrezzature più pesanti ed esche più voluminose.

Come pescare le spigole a mosca esche periodo e hot spot migliore.

Per pescare a mosca le spigole è necessario utilizzare come detto la coda di topo affondamento rapida. L’esca la mosca adatta per pescare la spigola a mosca è una piuma a spazzoletta di forma allungata e colore bianco se in pieno sole, altrimenti scuro imitando i colori dei pesci in natura. Sicuramente il periodo migliore è l’autunno e l’inizio di primavera, mentre gli hot spot per pescare la spigola a mosca sono le foci.

Come pescare le occhiate a mosca esche periodo e hot spot migliore.

Le occhiate a mosca possono essere pescate con successo sugli hot spot come scogliere moli e porti con banchine basse. Le zone migliori sono su fondale roccioso con profondità intorno a 15/20 mt, mentre è inutile provare a mosca dalla riva. Il periodo migliore per pescare le occhiate a mosca sono da primavera fino ai primi giorni di autunno con mare calmo in modo che sono visibili appena al di sotto la superficie dell’acqua. Le migliori esche per pescare le occhiate a mosca sono simili a quella per le spigole, ma più vaporose. Possono essere utilizzate anche esche naturali come  due o tre Bigattini montati su amo molto sottile.

Come pescare le aguglie e leccie stella a mosca esche periodo e hot spot migliore.

Le Aguglie come le leccie stella sono pesci pelagici che si nutrono in  superficie. Il periodo estivo sicuramente è il migliore per pescare le aguglie e le leccie stella a mosca. Nella stagione estiva, le aguglie accostano su fondali profondi ed entrare anche nei porti, mentre le leccie stelle le troviamo lungo tutte le coste. Le esche migliori per pescare le aguglie a mosca sono sicuramente le matassine mentre per le leccie stelle si possono utilizzare le stesse utilizzate per pescare le occhiate compresi i bigattini. Facilmente si intuisce che il tipo di coda di topo idonea per pescare le aguglie e le leccie stella è la galleggiante o ad affondamento lento.

Come pescare i tonnetti e lampughe a mosca esche periodo e hot spot migliore.

I Tonnetti come le lampughe quando sono in mangianza abboccano praticamente a qualsiasi cosa, ma sicuramente le migliori mosche per pescare i tonnetti e le lampughe sono le piume. Il periodo migliore per pescare i tonnetti e le lampughe a mosca e quello autunnale. Le scarpe capacità di lancio nella tecnica della mosca fa la barca l’unico metodo per pescare i tonnetti e le lampughe. Gli hot spot per pescare lampughe e tonnetti a mosca è il mare aperto vicino la costa dove si può pasturare con pezzi di sarda tritata.