Merlano

Merlano in sintesi descrizione, habitat, alimentazione, pesca ed esche.


Il merlano o molo (Merlangius merlangus) è un pesce facente parte della famiglia Gadidae.

Descrizione in sintesi del Merlano.

Ha corpo snello, affusolatoLe squame sono piccole e ricoperte da muco secreto dalla pelle. La linea laterale descrive un arco al disopra delle pettorali e prosegue rettilinea nella parte caudale. La testa è appuntitaL’occhio è relativamente grande. Le narici si aprono vicino all’occhio


L
a bocca, ampia, è munita di denti sulle mascelle e sul vomere. Nella mascella superiore, che è prominente, vi è una fila esterna di denti grandi e appuntiti. Nella mandibola vi sono denti più piccoli esternamente e più grandi e lunghi in una fila interna.

Le pinne dorsali sono tre: la prima è un poco più lunga che alta, subtriangolare con l’apice arrotondato, la seconda è leggermente più bassa ma più lungadella prima, la terza è trapezoidale,  più bassa e più corta della seconda. La prima anale è più lunga di tutteLa seconda anale è a contatto della prima ed è simmetrica alla terza dorsale.
La caudale ha margine libero troncato. Le pettorali si estendono fino all’inizio della seconda dorsale e le ventrali, acute, arrivano con il loro secondo raggio quasi all’altezza della apertura anale.

Il colore della parte superiore del capo è brunogiallastro con riflessi grigioviola; i lati sono giallo-grigiastri con punti giallo-bronzati lungo e al di sotto della linea lateraleLa parte inferiore dei lati e il ventre sono bianchi. Le pinne dorsali hanno lo stesso colore del dorso, le anali sono più chiare e la caudale come le dorsali e le pettorali ocra-giallastro, con una macchia nera alla base. Le ventrali sono incolori.

Ha carni considerate ottime, ma diversamente pregiate a seconda dei mercati. Supera i 60 cm.


Brevemente distribuzione e habitat del Merlano.

Questo pesce è diffuso nell’oceano Atlantico tra il Portogallo e la Norvegia, è presente anche nel mar Nero e nell’Adriatico centrosettentrionale. Frequenta fondi mobili ma si può avvicinare anche agli scogli, a profondità raramente superiori ai 100 m.

Alimentazione in breve del Merlano.

Si ciba di pesciolini e di crostacei, sopratutto gambero.

I metodi di pesca e come pescare in mare  il Merlano.

il molo è pescato sportivi con lenze da fondo dai pescatori sportivi dalla barca. I pescatori professionisti pescano il merlano con reti a strascico e palamiti.


Brevemente l’esca e l’artificiale migliore per il Merlano.

Sicuramente l’esca migliore per il molo è il gambero ma non disdegna nemmeno il coreano e la sarda.

Dove pescare in sintesi il Merlano.

E’ una specie che vive tra strati superficiali e il fondo a profondità non elevate.Entra nelle acque salmastre e nelle foci dei fiumi, senza formare dei branchi.

 Brevemente periodo e mesi migliori per la pesca del Merlano.

Il periodo migliore per pescare il merlano inizia a gennaio e si prolunga fino alla metà di luglio circa.

Nome dialettale in breve del Merlano.

  • In Liguria e conosciuto come  Molo.
  • Nel Veneto e conosciuto come Molo da parangal.
  • Nelle Marche e conosciuto come Molo.
  • In Abruzzi e conosciuto come Arface.
  • Nel Lazio e conosciuto come Morgano.
  • In Campania e conosciuto come Orfacio.