Montatura per la pesca alla spigola in foce a bolognese

Montatura per la pesca alla spigola in foce a bolognese.

Per la pesca a bolognese alla spigola in foce la montatura è molto importante. Infatti bisogna presentare l’esca il più naturale possibile in foce con la bolognese bisogna restare il più leggero possibile. Per lo stesso motivo galleggiante, lenza, spallinatura e amo giocano un ruolo importante.

Il galleggiante per la pesca della spigola in foce.

Come detto in precedenza in foce alle spigole si deve pescare il più leggero possibile. Galleggianti da 0,75 gr sono gli ideali per la pesca della spigola in foce. Infine la forma del galleggiante per la pesca della spigola in foce ideale è la pera rovesciata.

La lenza e spallinatura per la pesca della spigola in foce.

La montatura è composta da una lenza che si estende su circa 125 cm. La spallinatura molto leggera è composta da pallini del 10 9 e 8. I piombi spaccati vengono montati sulla lenza del 0,14 con schema tipo 5×3 ovvero: 5 pallini del numero 10. 5 pallini del numero 9. 5 pallini del numero 8. II primo pallino sarà fissato subito sopra il nodo del terminale. Il secondo pallino verrà posizionato a 20 centimetri e poi a scalare di un centimetro e mezzo per i pallini successivi. Gli ultimi pallini leggermente raggruppati farà sì che la lenza acquisti morbidezza.

Terminale per la pesca della spigola in foce.

Il terminale lungo circa un metro deve essere realizzato in fluoro carbon. La qualità del fluoro carbon è molto importante, infatti sul mercato esistono diversi fluoro carbon più o meno morbidi. Bisogna scegliere quelli di nuova generazione che sono più morbidi. Il diametro per il finale per la pesca in foce della spigola a bolognese è del 0,10-0,12.


L’amo per la pesca della spigola in foce.

Il modello e la dimensione dell’amo dipendono dall’esca ma devono essere il più leggeri possibile.