Come pescare e cosa fare con le mormore svogliate.

Possiamo trovarci in presenza di mormore svogliate che ci possono indurre nell’errore di pensare che non ci sia nulla. La pesca alle mormore dipende da molti fattori per questo capita a volte che nello stesso spot a distanza di pochi giorni si hanno carniere completamente diversi.

Fare un bel carniere di mormore nelle condizioni ideali è semplice, basta individuare la distanza giusta di pascolo delle mormore e il gioco è fatto. In condizioni sfavorevoli dobbiamo quando le mormore sono svogliate e apatiche dobbiamo sfoderare tutte le nostre capacità di pesca.

Cosa fare quando le mormore sono apatiche.

Pescare le mormore apatiche chiede alcuni accorgimenti e molta pazienza, spesso richiede anche la pesca con canna in mano. Per avere successo quando ci troviamo in presenza di mormore apatiche occorre avere anche diverse tipi di montature da provare.

Una volta che ci accorgiamo che i nostri sforzi non sono ripagati è il momento di fare sul serio.

  • Si inizia cercando buche, canaloni utilizzando un piombo a palla che ci aiuta nel sondare il fondale.
  • Utilizzando una montatura di ricerca costruita con un pater noster con i finali di diversa lunghezza ci permette di capire la lunghezza ideale dei terminali. Una montatura a tre ami con finali lunghi 50,100 e 150 cm è l’ideale per provare e poi adeguarsi a utilizzare terminali corti lunghi o medi.
  • Sicuramente terminali sottili del 0,15 con ami leggeri tipo crystal dal 10 al 14. gli ami con la curva leggermente fuori asse dal gambo favorisce l’abboccata delle mormore.
  • Pescando con canna in mano è possibile fare della trainetta con qualche giro di mulinello ogni tanto. Sicuramente utilizzando un piombo tipo rocco rush o fosforescente stuzzichiamo la curiosità delle mormore ad avvicinarsi all’esca.
  • Inoltre in presenza di vento lasciare il filo un pò in bando evita fastidiose vibrazioni sul filo che allontanano la mormora dalle nostre esche.
  • Infine anche se l’arenicola è l’esca regina per le mormore diversificare l’esca anche sullo stessa montatura può fare la differenza. Le esce alternative che possiamo utilizzare sono il muriddu e il gambero.