Palamita a vela da terra

Palamita a vela da terra col vento giusto.


Il palamita a vela è ideato per la pesca da terra a notevole distanza. Infatti con questa tecnica è possibile portare i nostri ami grazie alla spinta del vendo. Come è facile intuire questo sistema di  pesca non è sempre possibile praticarlo si ha bisogno del vento giusto e l’assenza di imbarcazioni che possono passare sulla lenza madre. L’uso del palamito è consentito per la pesca sportiva purché il numero di ami sia limitato a 100. A differenza del barchino divergente che viene portato a largo dalla nostra azione trainandolo parallelo alla spiaggia questo viene spinto dal vento che deve soffiare perpendicolare alla spiaggia verso il largo.

Come realizzare il barchino per il palamita a vela.

Non esiste una regola per costruire un barchino a vela in grado di portare a largo il palamita o coffa, è composto in generale da uno scafo con appunto una vela. Per la realizzazione dello scafo molto dipende dal tempo e dalle capacità manuali che chi si appresta a realizzarlo e in possesso. In breve è possibile realizzare elaborati scafi in legno o realizzare semplici scheletri con delle bottiglie di plastica come galleggianti. Molto importante una volta realizzato lo scafo e di munirlo di albero dove fissare la vela meglio di forma triangolare. Con un pò di pratica si può dimensionare correttamente lo scavo alla vela in base alle condizioni meteo marine.

Come si pesca e azione di pesca col palamito o coffa a vela.

Il palamito è un lungo trave a cui sono attaccati ad intervalli regolari dei terminali con innescate le esca. Normalmente si cala in acqua il palamito o coffa dalla barca stendendolo lungo un tratto di mare spostandosi con la barca. Il barchino a vela ci permette di stendere il palamito o coffa grazie alla forza del vendo stendendolo da riva verso il largo.

Come è facile intuire i terminali possono lavorare sia sul fondo che a galla. In entrambe i casi ogni 5-6 terminali sul trave è posizionato un galleggiante per tenerlo staccato dal fondo. Bisogna tenere staccato dal fondo la trave e terminali per favorire la navigazione del barchino a vela. Per realizzare il palamita si utilizza una lenza da 1 a 1,6 mm di diametro al quale ogni 5 metri circa si crea uno snodo per legare i terminali. I terminali o finali per la pesca col palamito a vela dipende dalla dimensioni degli ami e dalle esche e naturalmente dalle prede che vogliamo insidiare.

L’azione di pesca col palamito o coffa a vela è molto semplice basta mettere in acqua il barchino e farlo andare a largo mentre man mano si innescano i terminali. Una volta raggiunta la distanza voluta si aspetta se le condizioni meteo lo permettono fino a 2-4 ore e si inizia il recupero.

Sicuramente è possibile pescare col palamito a vela durante tutto l’anno. Il periodo comunque da preferire per pescare col palamito o coffa a vela è quello estivo nelle ore serali. Durante il periodo estivo le condizioni meteo sono maggiormente stabili.