Periodo migliore per pescare i calamari da riva

Periodo migliore per pescare i calamari da riva.

Il periodo migliore per pescare i calamari o totani da riva sicuramente è inferiore rispetto a quello dalla barca. Mentre con la barca possiamo spostarci a largo e cercare le acque più profonde e

  fredde. Da riva dobbiamo sfruttare il periodo che i calamari si avvicinano a riva per la riproduzione. Indifferentemente se si pesca nei porti da scogliere o riva è buona regola tentare la pesca ai calamari con mare calmo e senza vento. Proprio in assenza di vento ed onde con mare piatto i calamari e totani sono in caccia.

I mesi e il periodo migliore per pescare i calamari da riva a eging.

 

I mesi autunnali e invernali sono i migliori perchè calamari e totani come detto in precedenza si avvicinano a riva con l’intento di riprodursi. Durante questo periodo si possono insidiare in diversi hot spot. Gli spot come le zone in cui si pesca influenzano il periodo migliore per avere maggiori chance di successo, questo è dovuto alle correnti e fondali. Anche la temperatura stagionale influenza il periodo per pescare i calamari, accorciando il periodo se sono più alte della media e dilungando il periodo se sono più basse. Si può concludere riassumendo che i mesi migliori sono da fine ottobre fino ai primi di marzo.

Gli orari migliori per pescare i calamari da rivaa eging.

Periodo migliore per pescare i calamari da riva

Gli orari migliori per pescare i calamari bisogna considerare che sono facilmente attratti dalla luce fosforescente degli artificiali. Per questo dal tramonto fino all’alba sono le ore del giorno migliori per pescare i calamari utilizzando egi, totanare e gamberoni fosforescenti. Sicuramente sono da utilizzare artificiali egi per la pesca delle totanare di ottima fattura che si illuminano con un’intensità maggiore e più a lungo. Sicuramente torcie UV come quella del link sono ideali per caricare gli artificiali per la pesca dei calamari. Grazie alla lunghezza d’onda della luce UV si caricano maggiormente gli artificiali in un tempo molto inferiore restituendo maggiore luce per un tempo maggiore.

Anche le ore con sole basso che precedono il tramonto e successive all’alba regala un gioco di luce e ombra interessanti per la pesca del calamaro. Di norma le ora centrali del giorno sono meno redditizie per la pesca del calamaro, tranne le giornate nuvolose anche se piovose quando i raggi del sole non penetrano le nuvole e di conseguenza la superficie dell’acqua.