pesca nel torrente Crocchio

Torrente Crocchio.

Il Crocchio è un fiume torrentizio della Calabria che nasce nella Sila Piccola e si getta nel golfo di Squillace nel Mar Ionio. Croclea nome medievale del torrente Crocchio nasce dal Colle del Telegrafo. Nella Sila Piccola, Riserva naturale Gariglione – Pisarello, alla quota di 1679 m sul livello del mare. Nella prima parte del suo corso, il fiume si snoda attraverso delle gole strette e profonde che determinano varie pozze profonde anche 2-3 metri, la più suggestiva delle quali, detta «Pozza dell’Inferno», origina dopo una cascata di 6 metri di altezza. Giunto infine in pianura, il Crocco sfocia nel territorio comunale di Cropani. Nei pressi della foce, il Crocchio riceve il suo unico affluente, il Nasari.  L’acqua che scorre per 38 Km è trasparente e pulitissima.

"cascata

Pesca nel fiume torrente Crocchio.

Il corso del fiume si presta bene a diverse tecniche di pesca Spinning, mosca e fondo tutte dedicate alla trota fario rigorosamente autoctone. Per le piccole dimensioni del torrente si consiglia l utilizzo di attrezzatura leggera e non troppo lunga.

Come raggiungere il Crocchio.

salire dalla SS 106 per Sersale, una volta nel paese prendere per la frazione Cerva fino al ponte sul torrente,si scende lungo la scarpata e si raggiunge lo splendido Crocchio. Per raggiungere le gole e cascatelle del Crocchio, prendere il  sentiero che parte dalla strada statale che collega Sersale con Cerva, in provincia di Catanzaro. Le Gole del Crocchio, nel tratto montano dell’antico fiume Arocha, così chiamato da Plinio il vecchio che lo inseriva tra i fiumi navigabili,  si possono ammirare dall’alto di una panoramica balconata in legno che sovrasta il corso selvaggio del torrente. Nella parte iniziale del percorso persiste un vecchio fabbricato rurale detto “pastillaro” dove un tempo si essiccavano le castagne, proseguendo ci si immerge in un fitto castagneto, alcuni sono secolari. Viene praticato il torrentismo.