Pesce scorpione

Pesce scorpione in sintesi descrizione, habitat, alimentazione, pesca ed esche.


Il pesce scorpione, pesce leone o Scorpena volante (Pterois volitans) è un pesce d’acqua salata della famiglia Scorpaenidae.

Descrizione in sintesi del pesce scorpione.

vLa testa è relativamente piccola, la bocca grande, gli occhi sporgenti, sormontati da due escrescenze (presenti anche intorno al mento). La fronte è alta, il dorso curvo, mentre il ventre relativamente piatto. Il corpo si restringe verso il peduncolo caudale, che precede una coda piuttosto larga, tondeggiante.

I primi raggi della pinna dorsale e di quella anale sono in realtà aculei veleniferi, ben eretti dal pesce quando è in situazione di pericolo. L’apparato velenifero consiste in 13 aculei sulla pinna dorsale e 3 in quella anale, tutti composti da aculei cavi collegati a una ghiandola velenifera; i raggi delle pinne pettorali sono aculei pieni, non velenosi. La livrea è a strisce tendenzialmente verticali marroni e bianche, alcune sottili e altre più larghe. Anche le pinne sono striate di bianco e marrone. Raggiunge una lunghezza massima di 38 cm. Nonostante la pericolosità e la puntura dolorosa, sono una specie ambita dagli acquariofili specializzati in acquari marini.

Brevemente distribuzione e habitat del pesce scorpione.

Questa specie è diffusa nel Mar Rosso e nell’Oceano Pacifico, dal Sud-Est asiatico fino all’Australia, dal Giappone alla Polinesia. Abita le lagune e i fondali sassosi e di barriera fino a 150 metri di profondità. I giovani tendono ad allontanarsi in mare aperto dal loro luogo di nascita, alla ricerca di nuovi habitat: questo giustifica la loro grande diffusione. La specie è stata accidentalmente introdotta negli anni ’90 nell’Oceano Atlantico, lungo le coste degli Stati Uniti, invadendo progressivamente anche tutto il Mar dei Caraibi.

Alimentazione in breve del pesce scorpione.

Si nutre di crostacei granchi e gamberetti ma sicuramente come molti altri pesci non disdegna gli anellidi.

I metodi di pesca e come pescare in mare  il pesce scorpione.

Le carni del pesce leone sono commestibili e apprezzate in alcuni paesi addirittura si incoraggia il consumo nei paesi dei Caraibi come contributo al controllo della specie. Nelle zone dove è presente può essere pescato facilmente dai pescatori sportivi a fondo.


Brevemente l’esca e l’artificiale migliore per il pesce scorpione.

Sicuramente innescando pezzi di gamberi o crostacei in generale si può catturare il pesce leone.

Dove pescare in sintesi il pesce scorpione.

Le carni del pesce leone sono commestibili e apprezzate in alcuni paesi. Il loro consumo è inoltre incoraggiato come contributo al controllo della specie nei Caraibi, dove essa è invasiva

 Brevemente periodo e mesi migliori per la pesca al pesce scorpione.

Non si hanno sensibili differenze durante le diverse stagioni per pescare il pesce leone.