Scegliere la canna da spinning

Come scegliere la miglior canna da spinning.


Scegliere la miglior canna da spinning è sicuramente una cosa non facile. La scelta della canna da spinning non deve seguire la moda del momento ma bensì essere adatta alle nostre esigenze.  Per chi inizia questa avventura è ancora più complicato. Anche se la pesca è costosa non bisogna spendere un patrimonio per avere un attrezzo adatto a noi. Lo spinning infatti può essere la disciplina di pesca più economica.

Cercando informazioni in rete o nel negozio di fiducia su qual’è la migliore canna da spinning spesso si ha una risposta secca. Infatti in rete o amici rispondono che una determinata canna è la migliore. Il negoziante dirà che la migliore è quella che deve vendere. Ma entrambi spesso non considerano i gusti personali. Per gusti personali non si intende solo quelli estetici ma anche tipo di azione. Infatti alcuni amano canne più morbide altri più nervose.

Bisogna avere alcune idee chiare e magari acquistare anche due o tre canne. Con due o tre canne si possono coprire diverse esigenze di pesca che difficilmente si possono coprire con una sola. Per iniziare bisogna capire che tipo di spinning si vuole fare. Inoltre bisogna capire da dove si vuole pescare. Importanti sono anche le prede presenti in zona e il Budget di spesa.

 Scelta della canna da spinning in base al tipo di spinning.

Lo spinning so li può dividere in tre categorie. Lo spinning lo possiamo dividere in pesante, medio e ultra light. Questa suddivisione non si riferisce principalmente alla taglia delle prede ma al casting delle canne.


Canna da light spinning o ultra light spinning.

Lo spinning leggero lo possiamo dividere in leggero e ultra leggero. Il ultra leggero si riferisce all’utilizzi di artificiali fino ai 7-10 gr mentre quello leggero fino a 15 gr. La taglia delle prede spesso è la conseguenza del peso e delle dimensioni dell’artificiale. Spesso lì’obbiettivo di questa pesca sono occhiate, leccie stelle e aguglie. A light spinning con la gomma si pescano anche spigole da 1-3 kg. Pescando in acque interne queste grammature sono ideali per la pesca delle trote e bass.

Canna da spinning medio.

Si considera spinning medio quando si utilizzano artificiali dal peso da 15 a 40 gr. Quindi di conseguenza anche il casting della canna deve essere da 15 a 40 gr. Questa grammatura è sicuramente la prima da prendere in considerazione. Artificiali da 15-40 gr sono adatti a pescare Spigole, pesci serra, piccole leccie amia, barracuda e alletterati. Come salta all’occhio è la grammatura per buona parte dei predatori presenti nei nostri mari. Per la pesca in acque interne questa grammatura è ideale per la pesca dei lucci.

Canne da spinning pesante.

Per spinning pesante si considera l’utilizzo di artificiali da 60-140 grammi circa. quindi anche il casting delle canne deve essere adatto. Queste canne spesso sono utilizzate dalla barca per lampughe, tonni e riccioli. Sicuramente il siluro è una delle prede d’acqua dolce che richiede un’attrezzo cosi pesante.

 Scelta della canna da spinning in base al luogo e hot spot di pesca.

Sul mercato si trovano canne da spinning lunghe dal metro e ottanta fino ai tre metri. Il luogo di pesca oltre a implicare la scelta della lunghezza implica anche altre opzioni. Si deve fare una distinzione se si vuole pescare in mare o acqua dolce. Per iniziare una canna per il mare dovrà avere anelli in materiale resistente alla salsedine. Per quanto riguarda la lunghezza dipende dallo spot.

  • Canne da 1,80 mt ai 2,10 sono ideali per la pesca dalla barca ciambelle e kayak.
  • Per la pesca da riva, foce e sponde sono ideali canne da 2,40 mt.
  • Le canne da 2,10-2,40 mt sono indicate per la pesca dai moli e porti.
  • Per la pesca dalla scogliera sono necessarie canne da 2,7-3 mt.

Scelta della canna da spinning in base al budget.

Sicuramente il budget può influenzare la scelta d’acquistare. Anche gli accessori come gli anelli spesso fanno preferire un attrezzo da un’altro. Se il nostro budget è limitato sicuramente la scelta di acquistare una canna dal grezzo eccellente ma dagli anelli di bassa qualità è la scelta migliore. Infatti in un futuro gli anelli possono essere sostituiti mentre il grezzo rimane. Un budget ideale per una canna da spinning varia dai 80-120 euro.

Scelta della canna da spinning in base all’azione.

In molti considerano l’azione di una canna come la rigidità del grezzo. Non è del tutto corretto l’azione di una canna descrive quanto il fusto flette quando è sottoposto a uno sforzo e la velocità con cui torna alla sua posizione di partenza. Per quanto riguardo lo spinning l’azione delle canne si suddivide in 5 azioni.
  • Parabolica o canne slow. La canna si flette fino ad arrivare quasi al manico.
  • Semi parabolica o canna medium. La canna si flette fino ½ del fusto.
  • Canna medium fast. Significa che nella canna si flette oltre ⅓ del fusto.
  • Quando una canna si flette partendo dalla punta fino a circa ⅓ e ¼ della lunghezza. Canna fast.
  • Canna extra fast. In questo caso la canna ha un’azione solo di punta.

Scegliere la canna da spinning in base all’azione è molto semplice. Basta seguire una regola. Per le canne light e ultra light si scelgono le più morbide. Man mano che il casting sale si scelgono canne più fast.

Meglio una canna telescopica monopezzo o 2 pezzi.

Scegliere la canna da spinning in base al numero di elementi è molto semplice. Sicuramente la canna ideale per qualunque disciplina è quella monopezzo. Quindi minore è il numero di elementi che costituisce la canna migliore è la canna. Questa è una regola molto teorica. Infatti è sicuramente meglio una due pezzi costruita con ottimo carboni che una monopezzo con del pessimo carbonio.  Teoricamente le canne monopezzo sono in assoluto le più affidabili, sensibili e resistenti. In pratica negli ultimi anni con lo studio la differenza tra due pezzi e monopezzo è diventata meno netta. Una due pezzi sicuramente è più facile da trasportare. Mentre le canne telescopiche sono consigliate a chi la deve mettere in valigia per le vacanze.