tanuta o cantaro 

tanuta o cantaro  , habitat, alimentazione, pesca ed esche.


La tanuta o cantaro (Spondyliosoma cantharus) è un pesce di mare della Famiglia Sparidae.

Descrizione in sintesi della tanuta o cantaro .

Femmina di tanuta
Femmina di tanuta

L’aspetto di questo pesce varia tantissimo con l’età. I giovani esemplari fino a 6-7 cm sono simili come forma a giovani saraghi o salpe, con l’aumentare delle dimensioni la forma del corpo si fa tozza ed il profilo alto; i maschi adulti hanno una marcata gibbosità cefalica e la fronte concava. La livrea è grigiastra con linee longitudinali giallastre ed azzurre nelle femmine e nei giovani; questi ultimi possono avere alcune fasce verticali scure. I maschi adulti sono blu vivo con fasce scure su dorso e testa ed una macchia scura sull’occhio (assomiglia alla maschera di Zorro). Un altro modello di colorazione (più diffuso nei pesci atlantici) del maschio è grigio molto scuro con un paio di bande bianche verticali sui fianchi. Può misurare fino a 50 cm.

Brevemente l’habitat della tanuta o cantaro .

Maschio di tanuta
Maschio di tanuta

È uno degli sparidi a distribuzione più settentrionale, si trova infatti a nord fino alla Scandinavia mentre a sud raggiunge l’Angola. È presente in tutto il mar Mediterraneo ed è molto rara nel mar Nero. È diffusa sulle nostre coste ma tende a concentrarsi in poche aree adatte e ad essere rara tutto attorno. In questa specie i giovani occupano ambienti assai diversi da quelli degli adulti dato che si trovano su fondi coperti da praterie di Posidonia oceanica anche in acque basse; gli esemplari maturi invece preferiscono i fondi duri da 10 a 100 metri di profondità. È particolarmente comune al cappello delle secche al largo o nei pressi di scogli e piccole isole che si elevino da fondali profondi.

L’alimentazione in breve della tanuta o cantaro .

Si ciba di invertebrati, soprattutto piccoli Crostacei e Policheti.

I metodi di pesca e come pescare in mare la tanuta o cantaro .

I pescatori sportivi pescano la tanuta dai 10 fino a 100 metri di profondità con la tecnica del bolentino mentre a surf casting o comunque dalla riva è difficile raggiungere la distanza per la giusta profondità dove vive.

Brevemente l’esca migliore per la tanuta o cantaro .

Sicuramente per pescare la tanuta, con la coffa o palamite o a bolentino si deve innescare del gambero, coreano o piccoli pezzi di sarda.

Dove pescare in sintesi la tanuta o cantaro .

Per pescare i grossi esemplari bisogna pescare su spiagge profonde da 10 metri fino ai 100 metri con fondali duri.

Periodo e mesi migliori in breve per la pesca la tanuta o cantaro .

Sicuramente è possibile pescare la tanuta durante tutto l’anno ma nel tardo inverno durante il periodo della riproduzione sono meno sospettose nei confronti delle esche anche i grossi esemplari.