tonno a spinning

Come si pesca il tonno a spinning.


Sicuramente avere in canna un tonno è il sogno di molti pescatori a spinning. L’emozione e l’adrenalina che può regalare un tonno allamato con fughe possenti e veloci possono giocare brutti  scherzi con la perdita del tonno. Lo spinning al tonno per questo richiede oltre ad attrezzatura robuste ed affidabili anche una barca ben allestita per essere pronti a qualsiasi evenienza. Anche la barca per la pesca del tonno deve essere veloce per spostarsi e raggiungere le mangianze. Anche le dimensioni della barca per la pesca del tonno è importante, infatti deve dare modo di spostarsi agevolmente durante il combattimento. La tecnica dello spinning per la pesca del tonno e quella più emozionante rispetto al drifting e traina.

Quando e mesi migliori per pescare il tonno con artificiali dalla barca a spinning.

Il tonno rosso è un predatore che compie grandi migrazioni. Il tonno rosso nelle acque italiane è presente in base alla latitudine. Già dal mese di maggio arriva in massa nelle acque siciliane per poi risalire le coste della penisola nei mesi successivi.

Sicuramente è importante sapere quando andare alla ricerca del tonno rosso, non per girare invano ma perchè la pesca al tonno è soggetta a restrizioni. La pesca intensiva fatta negli ultimi anni hanno fato del tonno una specie a rischio estinzione. La pesca del tonno è rigorosamente regolamentata ed aperta fino al raggiungimento della quota stabilita per l’anno in corso. Per la pesca sportiva del tonno bisogna richiedere un nulla osta e comunicare la cattura agli organi preposti. Dopo il raggiungimento della quota è consentita la pesca ricreativa e sportiva al tonno rosso solo con la tecnica del catch and release.

Dove e come pescare il tonno con artificiali dalla barca a spinning.

Gli artificiali sono sicuramente esche in grado di far scattare l’istinto predatorio del tonno rosso. Però lanciare un artificiale in mare aperto sicuramente non è la strategia migliore per catturare il tonno. Bisogna stringere il cerchio della zona di pesca a spinning del tonno pescando sulle mangianze.

La pesca al tonno a spinning sulle mangianze e come individuarle.

Individuare le mangianze in mare aperto è molto semplice basta osservare la presenza di gabbiani. Infatti i gabbiani opportunisti sorvolano le mangianze aspettando i momento giusto per nutrirsi dei resti dei predatori. Le mangianze spingono i tonni alla frenesia alimentare e a stare poco attenti a cosa inseguono e mettono in bocca. Il tonno rosso con una strategia di branco radunano e spingono in superficie sardine e alici per poi lanciarsi a bocca aperta all’interno del branco per nutrirsi. I tonni infatti riescono a lavorare in gruppo per spingere i branchi si sardine e alici verso la superficie. Questi piccoli pesci una volta a galla si compattano per proteggersi dagli attacchi. Per questo i gabbiani dall’alto facilmente li riescono ad individuare.

Perchè il tonno abbocca agli artificiali.

Pescando a spinning con un artificiale lanciato tra le alici e sardine di una mangianza è poco probabile che viene attaccato dal tonno, una volta portato appena al di fuori il tonno lo può scambiare per una preda in fuga e quindi attaccarlo. Infatti per il tonno il nostro artificiale è una sardina senza possibilità di riparo e quindi una preda sicura. Bisogna essere pronti se un tonno punta il nostro artificiale a una fuga impressionante di diverse decine di metri.

Le caratteristiche della barca per la pesca al tonno.

Oltre alle dimensioni adeguate come accennato in precedenza un’altra caratteristica che deve avere la barca per la pesca al tonno è la velocità. Sicuramente si hanno poche chance che una mangianza risalga in superficie vicino la nostra barca per questo bisogna possedere una barca veloce in gradi di raggiungere in breve tempo la mangianza. La mangianza ha una breve durata e bisogna essere pronti per sfruttarla al meglio. Una volta che le sardine si trova in superficie i tonni cominceranno ad alimentarsi con frenesia sino a quando le sardine non si disperdono di nuovo. Una mangianza dei tonni può durare da qualche minuto fino a mezzora. Per questo in molti preferiscono l’utilizzo di un gommone per la pesca a spinning al tonno.

Canne e mulinelli per la pesca a spinning del tonno.

La dimensione dei tonni che si possono pescare a spinning possono raggiungere e superare i 100 kg. Per questo canne e mulinelli devono essere robusti affidabili e dimensionati adeguatamente per poter combattere i tonni rossi. Per quanto riguarda le canne si deve partire da 50 libre in su. Diverse aziende producono mulinelli dedicati alla pesca a spinning dei tonni come il Saltiga della Daiwa e Penn Spinfisher. La misura dei mulinelli ideale per la pesca del tonno a spinning sono 6000/10000, con in bobina dell’ottimo trecciato da 60-80 libre.

Artificiali per la pesca a spinning del tonno.

Per la pesca al tonno rosso a spinning gli artificiali da utilizzare sonno gli stickbait,  i casting jig, gli hard baits. Anche i popper da 10 cm in su sono ottimi artificiali.