gambusia

gambusia, habitat, alimentazione, pesca ed esche.


Il gambusia (Gambusia affinis) è un piccolo pesce d’acqua dolce della famiglia dei Poecilidi dell’ordine Ciprinodontiformi.

Descrizione in sintesi del gambusia .

Il maschio è minuto, con testa piccola, dorso incurvato, ventre arrotondato e un lungo e sottile peduncolo caudale, terminante in una coda arrotondata. La pinna dorsale è alta, le ventrali sono appuntite, l’anale è trasformata in organo copulatore (gonopodio). La livrea maschile vede un fondo bruno chiaro, semitrasparente, dai riflessi metallici. La femmina ha corpo più ampio e lungo, con un dorso più lineare e un grande ventre arrotondato. Le pinne sono ampie. La livrea femminile è ancora più semplice: un uniforme colore grigio-bruno, tendente al giallo trasparente.
I maschi raggiungono una lunghezza massima di 3,5 cm, le femmine anche i 7 cm.

Brevemente l’habitat del gambusia.

Questi pesci sono nativi dei bacini del golfo del Messico (Mississippi), acque dolci e salmastre, lente e paludose. Nel corso del XX secolo sono stati introdotti in molte zone paludose del mondo (tra cui l’Italia e tutta l’Europa meridionale) per combattere le zanzare. È inserita nella Lista delle cento specie invasive più dannose.

L’alimentazione in breve del gambusia.

Si nutre di invertebrati bentonici, soprattutto di larve.

I metodi di pesca e come pescare il gambusia.

Si cattura occasionalmente con lenze dedicate alla pesca di altri pesci.

Brevemente l’esca e l’artificiale migliore per il gambusia.

Sicuramente anche se si hanno catture occasionali il bigattino è una delle esche più catturanti per questo pesce.

Dove pescare in sintesi il gambusia.

Sicuramente la specie è abbastanza tollerante in fatto di habitat e luoghi dove vivere ed a temperatura elevata. Le sue principali esigenze riguardano la presenza di ciottoli di dimensioni abbastanza grandi, essenziali per la costruzione del nido. In generale abita la Zona dei Ciprinidi a deposizione litofila scegliendo zone con corrente non eccessivamente forte.

Periodo e mesi migliori in breve per la pesca al gambusia.

Non si registrano rilevanti variazioni di numero di catture durante il corso dell’anno.

Pesce per la lotta delle zanzare da tenere negli in stagni e laghetti vicino casa.

È nota la loro propensione a cibarsi delle fasi larvali e di pupa delle zanzare. Sono molto resistenti, sopravvivono anche in acque con bassa presenza d’ossigeno, ad alta salinità (che includono due volte quella dell’acqua di mare) ed a temperatura elevata; possono persino sopravvivere in acque fino a 42 °C per brevi periodi.
Per questi motivi, questa specie può essere considerata forse il pesce d’acqua dolce più diffuso al mondo, è stato introdotto come bioregolatore nella lotta biologica contro le zanzare (tra cui la zanzara anofele, portatrice della malaria) nei paesi tropicali e temperati in entrambi gli emisferi e da allora si è diffuso ancor più sia naturalmente che attraverso ulteriori introduzioni.