Vaccarella

Vaccarella in sintesi descrizione, habitat, alimentazione, pesca ed esche.

La vaccarella o colombo di mare o pesce vescovo (Pteromylaeus bovinus ), è un pesce cartilagineo della famiglia Myliobatidae.

Descrizione in sintesi della vaccarella.

Disco ampio largo circa il doppio della sua altezza con i margini anteriori convessi e quelli posteriori concavi. La testa è grossa e prominente, con lobo anteriore rostrale sub-triangolare più stretto della testa e con margine anteriore arrotondato, come un becco di anatra. Gli spiracoli, molto ampi e lunghi più del doppio dell’occhio, si aprono lateralmente molto in alto. Nel lato ventrale si aprono le narici, che hanno un lembo valvolare nasale quasi dritto e lievemente frangiato.

Nella bocca, larga circa 1/3 della distanza preorale e le cinque paia di aperture branchiali, esistono da 7 a 9 serie verticali di denti piatti disposti a mosaico e riuniti in due piastre dentarie, una per mascella. Ogni piastra è composta da 14 o 15 file trasversali parallele.

Le pinne pettorali sono ampie ed hanno gli apici appuntiti, i margini anteriori convessi e quelli posteriori ondulati e leggermente concavi, quanto basta per conferire una forma falcata. La dorsale è piccola ed è situata al disopra della parte apicale delle ventrali, le quali sono relativamente lunghe e strette e con margine posteriore molto obliquo. La coda è lunga circa il doppio del disco, è abbastanza rigida e porta dorsalmente e posteriormente alla dorsale un lungo aculeo.

La colorazione è variabile. I neonati sono molto chiari sul dorso con fasce trasversali e macchie scure, quasi nere. I giovani sono grigio verdi con fasce trasversali più scure, che negli esemplari adulti scompaiono quasi completamente per dare una tinta quasi uniforme bruno bronzea al dorso. Il lato ventrale è biancastro. I margini delle pettorali sono brunastri.

Può raggiungere i 2,5 metri di lunghezza e gli 80 chili di peso.

Brevemente distribuzione e habitat della vaccarella.

È ampiamente presente nell’Oceano Atlantico orientale, nell’Oceano Indiano sudoccidentale, nel Mar Mediterraneo e nel Mar Nero. La sua presenza nell’Atlantico è a volte controversa anche se con tutta probabilità è confermata sulle coste del Marocco, Sahara Occidentale, Senegal, Isole Canarie, Madera, Mauritania, Gambia. Guinea e Guinea-Bissau.

È una specie propria delle acque temperate e tropicali così come di lagune ed estuari fluviali.

Alimentazione in breve della vaccarella.

La sua alimentazione si compone soprattutto di crostacei e molluschi del fondo marino.

I metodi di pesca e come pescare in mare  la vaccarella.

Per la conservazione della specie è da considerata “minacciata” sopratutto in alcune località.

Nome dialettale in breve della vaccarella.

  • In Liguria e conosciuto come Oxella Ferraccia.
  • Nel Veneto e conosciuto come Falcone.
  • In Sardegna e conosciuto come Orinegla.
  • A Venezia  e conosciuto come Colombo, Vescovo.
  • In Toscana e conosciuto come Nottola .
  • Nelle Marche e conosciuto come Matan.
  • In Abruzzi e conosciuto come Protene, Teraurchje Vacche.
  • Nel Lazio e conosciuto come Vaccarella  Colombo, Vescovo, Strramasso.
  • In Campania e conosciuto come Vaccariello – Vaccariella Vaccarella.
  • Nelle Puglie e conosciuto come Paresse.
  • In Sicilia e conosciuto come Bugghiu Taddarita, Tistutu.