Come allevare le camole del miele

Come allevare le camole del miele e conservarle per un lungo periodo.


Credo che in moto si sono chiesti se è possibile e come allevare le camole del miele. Non è difficile allevare le camole ma ci vuole un pò di tempo e qualche tentativo per trovare l’equilibrio giusto per il vostro allevamento. Le camole del miele non sono altro che la  tarma maggiore della cera (Galleria mellonella) in natura infesta arnie e alveari. Allo stadio larvale che è quello che ci interessa per la pesca, si presenta come un bruco intorno ai 3 cm di color bianco panna con la testa marrone. Da adulto invece ha l’aspetto di una piccola falena marroncina. Allevare la camola del miele può scoraggiare chi si appresta ad allevarli per la prima volta. Per la buona riuscita dell’allevamento, sono essenziali il mantenimento di temperature alte e bisogna stare attenzione alle fughe di larve e sopratutto  molta pazienza.

Conoscenze utili per allevare le camole del miele.

Per prima cosa dobbiamo sapere che il ciclo vitale delle camole si divide in 3 stadi: uovo, crisalide e falena (farfalla). Il ciclo vitale dura circa un mese e mezzo due a una temperatura di 30°C. abbassando la temperatura durare molto più tempo fino ad arrivare ad arrestarla completamente a 15°C. Con questa conoscenza possiamo accelerare o rallentare la crescita per avere camole fresche prima di una gara.

Come allevare le camoleIl ciclo di vita per allevare le camole.

  • La prima fase è la trasformazione delle larve in crisalide notando che le larve diventano sempre più pigre fino ad avere una aspetto di guscio bruciacchiato che non si muove e non si nutre. Questo stadio varia sempre in base alla temperatura da una settimana a due mesi.
  • Durante la seconda fase dalla crisalide esche una piccola falena che in 5-10 giorni diventa adulta senza nutrirsi. L’unico scopo di queste farfalline è riprodursi e deporre le uova. Ogni femmina depone circa 500 uova Tante possibili camole 😉.
  • La terza fase è la schiusa delle uova che alla temperatura di 30°C  avviene dopo circa 5-10 giorni. Le larve appena nate sono piccolissime e sarà molto difficile vederle. Dopo qualche giorno dalla schiusa si inizia a vedere una massa brulicante molte attiva. Appena nate le larve si arrampicano dappertutto e bisogna fare attenzione a non farle scappare. La vita della larva dura 20-50 giorni alla temperatura di 30° prima di diventare di nuovo crisalide e iniziare di nuovo il ciclo. Se la temperatura è bassa possiamo rallentare questo stato fino a 5 mesi. Nelle prime settimane di vita le camole mangiano molto e ingrassano rapidamente.

Le condizioni ottimali per allevare la camola.

  • Temperatura: 28-30°C.
  • Umidità: bassa.
  • Luce: nessuna. La camola del miele è un insetto fotofobo e pertanto va tenuto al buio.

Habitat per allevare le camole del miele.

Per allevare le camole del miele è necessario un contenitore alto e chiuso con una rete molto fine per la ventilazione. Uno dei maggiori problemi è che possono scappare le larve appena nate attraverso buchi molto piccoli, bisogna prestare anche attenzione alla formazione di muffe. Ideale una vaschetta di gelato di plastica chiusa nella parte superiore con una retina bloccata con un elastico.


Cosa dare da mangiare alle camole del miele per allevarle.

Sul fondo del contenitore dovremo porre 2-3cm di un composto chiamato substrato di cui le nostre camole si nutrono. Esistono diverse ricette su internet per produrre questo substrato più o meno semplice io ne consiglio due uno molto semplice l’altro più elaborato.

Ricetta semplice substrato per allevare la camola.

semplicemente sbriciolando dei cereali con miele e usateli come substrato. Bisogna integrare i cereali aggiungere uno o due pezzetti di carota o di mela come componente umido importante controllate che non sviluppino muffe.

Ricetta elaborata per substrato per allevare la camola.

  • 300 gr di farina per polenta.
  • 100 ml di glicerina.
  • 100 ml di miele.
  • acqua quanto basta.
Bisogna mescolare tutti gli ingredienti tranne l acqua, per poi aggiungere l’acqua poco alla volta per far amalgamare tutti gli ingredienti. Importante cercare di mettere meno acqua possibile.

Come iniziare ad allevare le camole del miele.

Una volta preparato il contenitore e il substrato, non resta che metterci dentro le larve. Bisogna maneggiare il meno possibile le larve sono estremamente delicati e bisogna rimuovere tutte le larve molte che si trovano, facilmente riconoscibili perchè diventano nere. Quando le camole si trasformano in crisalidi, bisogna trasferite le crisalidi in un contenitore pulito con un nuovo substrato.
Una volta che le crisalidi saranno schiuse, evitate di aprire il contenitore le piccole falene sicuramente volano via senza poi poterle recuperare.  Molto facilmente ci accorgiamo che le camole sono nate quando troverete un punto del fondo del contenitore caldo le camole generano calore.

come procurarsi le camole per allevarle.

Sicuramente procurarsi le camole non è difficile sappiamo di trovarle in quasi tutti i negozi di pesca. Il problema è che a volte le camole acquistate nei negozi di pesca sono state trattate per non trasformarsi in crisalidi e moriranno quando hanno raggiunto una certa età. Per non perdere tempo, conviene provare a chiedere a un apicoltore. La tarma del miele è infatti un parassita delle arnie ed è un vero flagello per chi produce il miele. L’apicoltore sicuramente sara ben contenti di sbarazzarsi di questo parassita.