Razza stellata

Razza stellata, habitat, alimentazione, pesca ed esche.


La razza stellata (Raja  asterias) è un pesce cartilagineo appartenente alla famiglia Rajidae.

Descrizione in sintesi della  razza stellata.

Forma del colpo rombica, più larga che lunga, con rostro  poco prominente. Il lato dorsale è ruvido, specie negli adulti. I maschi maturi hanno robuste spinule nella parte anteriore del disco, che possono indebolirsi o sparire nella regione centrale del dorso, e, a volte, hanno 1-2 serie di spine alari e un gruppo di spine malari. Lungo la linea mediana vi è una fila di 50-60 spine, che partono dalla nuca e arrivano fino alla pinna dorsale. Lacoda è spinulosa e negli adulti vi può essere una riga aggiuntiva di spine.

I denti, disposti a mosaico, sono ottusi nelle femmine, appuntiti e incurvati verso l’interno nei maschi. Le pinne pettorali hanno margini anteriori ondulati e margini posteriori leggermente convessi; gli apici sono leggermente arrotondati. Le pinne dorsali sono due dimensioni pressoché uguali; sono poste alla fine della coda e tra loro sono distanziate e inframezzate da 0-2 spine.  I maschi adulti normali hanno pterigopodi molto sviluppati. La tinta di fondo è variabile dal bruno marrone al giallo olivastro, macchiette più scure sono sparse sul doro, specie ai bordi del disco, e si alternano con ocelli giallastri, contornati circolarmente da 4/5 macchiette scure, che sono presenti anche sulle ventrali. Il muso è di colore ocraceo ed è privo di macchie.

Brevemente l’habitat delle razze stellata.

 E’ una specie bentonica che frequenta fondali fangosi o sabbiosi con detriti finoa 200 m e anche oltre (nello Jonio sono state ritrovate oltre i 400 m); più comunemente la profondità oscilla tra i 20 e i 50 m. Presente lungo le coste di tutto il mediterraneo ionico e adriatico.

L’alimentazione in breve della  razza stellata.

I giovani esemplari si nutrono di piccoli crostacei, in particolare anfipodi e gamberetti, mentre gli adulti si nutrono invece di granchi, gamberi e piccoli pesci.

I metodi di pesca e come pescare in mare la  razza stellata.

Non particolarmente ricercata per la difficoltà di dedicare una battuta a questo determinato pesca, comunque resta occasionalmente ingannate dalle esce dedicate ad altri pesci. Commestibile dalle carni senza spine.

Brevemente l’esca migliore per la  razza stellata.

Sicuramente non resiste ad esche come sarde e filetti di cefalo innescati per il pesce serra o altri predatori. Dli esemplari giovani spesso sono ingannati da esche meno voluminose come anellidi tipo coreani e arenicola.

Dove pescare in sintesi la  razza stellata.

Sicuramente le spiagge che degradano velocemente, con fondali fangosi, sabbiosi o ghiaiosi ad una profondità media tra i 10-60 m.

Periodo e mesi migliori in breve per la pesca la  razza stellata.

Senza nessun dubbio il periodo che ci possiamo imbattere in questa razza nelle vicinanze della costa è quello estivo.