Come preparare le granaglie per il carp fishing

Come preparare le granaglie per il carp fishing.

[the_ad_group id=”44269″]

Sicuramente tutti i carpisti si sono chiesti come preparare le granaglie per il carp fishing, vista la semplicità di reperire le materie prime e il costo irrisorio. Principalmente la preparazione delle [the_ad_group id=”44275″] granaglie si divide in ammollo, bollitura, fermentazione, aromatizzazione ed eventualmente colorazione.

Brevemente perché mettere in ammollo le particele delle granaglie prima della cottura.

In sintesi l’ammollo delle particelle per le granaglie consente di attivare la germinazione e L’eliminazione di buona parte dei fitati. In oltre oltre ad aumentare la digeribilità di molte granaglie l’ammollo riduce i tempi di cottura. I tempi di ammollo delle granaglie dipendono dalla durezza del seme da ammollare e dalla temperatura esterna.

In breve la bollitura e cottura delle granaglie.

La fase di bollitura è molto importante, non bisogna sbagliare i tempi. Bisogna tenere presente che una bollitura insufficiente oltre a rendere difficile l’innesco dei semi diminuisce il potere attrattivo. Mentre bisogna tenere presente anche che una bollitura eccessiva distruggerebbe la Lisina, amminoacido con incredibili capacità attrattive presente soprattutto nel mais. Durante la bollitura per ottenere una cottura omogenea bisogna mescolare il tutto ogni 5 minuti e cuocere in una pentola dotata di coperchio.

Brevemente l’aromatizzazione e colorazione delle  granaglie durante la cottura.

[the_ad_group id=”44270″]

[the_ad_group id=”44276″] Durante la cottura le granaglie possono essere aromatizzate o addolcite. Sicuramente l’aromatizzazione può aumentare il potere attrattivo di queste esca, per ottenere un buon risultato è consigliabile aggiungere durante la bollitura gli aromi o i dolcificanti. Durante questa fase è possibile anche colorare le granaglie aggiungendo il colore alimentare durante la bollitura. Come è facile intuire la colorazione non riesce a coprire semi scuri con colori chiari.

 

In breve come preparare e fermentazione  delle granaglie per il carp fishing.

Per evitare che le granaglie fermentino all’interno dell’apparato digerente della carpa causandole gravi danni, bisogna lasciarle fermentare dopo la cottura. In breve al termine della bollitura, sarà sufficiente lasciare riposare le granaglie nell’acqua di bollitura per un paio di giorni. I tempi dipendono da molti fattori, e bisogna tenere le granaglie a riposo fino a quando su queste non  apparirà una sorta di schiuma. Sicuramente a fine ti tutto il procedimento si ottiene un’esca  con un odore acidulo, dall’eccezionale potere attirante.

Come preparare le granaglie per il carp fishing tempi di ammollo e bollitura dei principali ingredienti delle granaglie.

  • Il MAIS GIGANTE deve rimanere a mollo circa 48 ore e bollire per circa 3 ore.
  • I SEMI D’ACERO deve rimanere a mollo circa 24 ore e bollire per circa un ora.
  • Il TIGER NUTS deve rimanere a mollo circa 24 ore e bollire per circa 30 minuti.
  • Le ARACHIDI NON TOSTATE deve rimanere a mollo circa 24 ore e bollire per circa mezzora.
  • I LUPINI devono rimanere a mollo circa 24 ore e bollire per circa 2 ore.
  • I CECI devono rimanere a mollo circa 24 ore e bollire per circa 10 minuti.
  • Il MIGLIO ROSSO deve rimanere a mollo circa 24 ore e bollire per circa 10 minuti.
  • Il MIGLIO BIANCO deve rimanere a mollo circa 24 ore e bollire per circa 40 minuti.
  • Le FAVE devono rimanere a mollo circa 24 ore e bollire per circa un ora.
  • I FAGIOLI devono rimanere a mollo circa 24 ore e bollire per circa un ora.
  • I FAGIOLI  BIANCHI devono rimanere a mollo circa 24 ore e bollire per circa 10 minuti.
  • L’ORZO PERLATO deve rimanere a mollo circa 24 ore e bollire per circa 10 minuti.
  • Le CASTAGNE SECCHE devono rimanere in ammollo per 12-15 giorni senza essere poi bollite.

Dopo la cottura le granaglie devono fermentate mentre producono aminoacidi, per questo risulta fondamentale lasciarle macerare qualche giorno in un contenitore chiuso ermeticamente. Anche se puzzeranno in modo orribile sono ottime esche per le carpe.

[the_ad_group id=”44274″]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *